Quando distillati e bbq si incontrano: torna “Prime Uve Invitational Barbecue Championship”

prime uve bbq 2Il 2 e 3 luglio 2016 torna in Italia il primo Campionato Invitational Europeo dedicato al barbecue americano. Ad ospitarlo per la seconda edizione la Distilleria Bonaventura Maschio, nella storica sede di Gaiarine (Tv). Per contendersi il “Prime Uve Invitational Barbecue Championship”, l’autentica gara all’americana cui si accede solo su invito, convergeranno in Veneto diciotto team da tutta Europa.  Quest’anno alla competizione si aggiunge una sorpresa davvero eccezionale. Nel pomeriggio di sabato 2 si terrà una masterclass di Steven Raichlen, l’uomo che ha dato il via all’approccio moderno del “grilling”, specialità sempre più ricca di appassionati. Raichlen, conteso dalle tv americane per la grande competenza in materia di barbecuing e grilling, autore di ben 30 libri tradotti in 17 lingue, in Italia è noto per il programma “Il mago del grill” in onda su Gambero Rosso Channel.  La masterclass sarà aperta a 20 partecipanti che riusciranno ad aggiudicarsi il loro posto prenotandolo su Eventbrite al costo di 300 euro, commissioni e tasse incluse, a partire da Martedì 7 Giugno, data di apertura della prevendita dei biglietti, https://www.eventbrite.it/e/biglietti-steven-raichlenprime-uve-invitational-barbecue-championship-25671159128
“Dato che in Europa ancora non esisteva una competizione internazionale di spessore in cui la cultura del barbecue incontra quella dei grandi distillati – spiega Anna Maschio, titolare della Bonaventura Maschio con il padre Italo e il fratello Andrea – abbiamo pensato di organizzarla all’interno della nostra distilleria. E proprio perché i nostri distillati d’uva saranno i padroni di casa, abbiamo inserito tre categorie a loro dedicate, oltre alle quattro previste dal regolamento KCBS, nelle quali le squadre dovranno dimostrare di saper utilizzare con abilità i nostri prodotti: Sauce, Barrel Smoke e Dessert”. “Per noi è un grande orgoglio ospitare in azienda il top delle squadre europee – sottolinea Andrea Maschio, il griller di famiglia – Siamo inoltre fieri che la KCBS abbia inserito la nostra competizione nel calendario dei suoi eventi. Il fatto che siamo alla seconda edizione e la vasta eco che sta riscuotendo, ci confermano che il Prime Uve Invitational Barbecue Championship sta diventando un appuntamento di prestigio”. Come dicevamo, al “Prime Uve Invitational Barbecue Championship” partecipano diciotto team, selezionati tra le migliori squadre europee sulla base del punteggio EBCC (European Barbecue Challenge Cup) dell’anno precedente. A questi si aggiungono di diritto le squadre che si sono aggiudicate le tre wild card concesse quest’anno. Ovverosia i brianzoli Brig Boys, che l’hanno ottenuta al W.E.S.T. di Riva di Tures, gli svedesi Flaming Pig, Grand Champion al Tony Stone Low and Slow di Hoofdorp in Olanda e, ultimo mistero rimasto ancora da svelare, la squadra che vincerà l’Italian Barbecue Championship il 12 Giugno a Perugia. Sette le categorie in cui i partecipanti si contenderanno il “Prime Uve Invitational Barbecue Championship”. Le quattro classiche delle sfide americane KCBS cui se ne sommano tre legate ai distillati Prime Uve (Prime Uve Bianche, Nere e Oro). Fra le prime: Pork, Brisket, Ribs e Chicken. A queste si aggiungono quelle pensate ad hoc e quindi Sauce, Barrel Smoke e Dessert. Dato che le cotture all’americana prevedono tempi molto lunghi, la sfida proseguirà anche durante la notte fra il sabato e la domenica. Dopodiché ventiquattro giudici (certificati KCBS, anche loro invitational scelti sulla base di competenza ed esperienza) degusteranno le preparazioni alla cieca, ossia senza conoscere il nome degli autori della portata che verrà loro presentata. Voteranno aspetto visivo, gusto e morbidezza. Un doppio giudizio attenderà invece le squadre nella categoria Barrel Smoke, per la quale, oltre ai giudici KCBS è stata eletta una giuria di esperti enogastronomici che esprimerà il proprio favore e assegnerà un ulteriore premio.  Il pubblico è ammesso solo su invito.

 

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment