Puglia, svuotati i silos di due cantine: scatta la gara di solidarietà a San Severo

Nel mirino l’Antica Cantina e Torre Vini Srl. Nel 2016 stesso gesto in Lombardia: mai presi i responsabili

SAN SEVERO – Ammonterebbe a circa 1,5 milioni di euro il danno provocato all’Antica Cantina di San Severo, cooperativa dell’omonimo paese della provincia di Foggia, nel nord della Puglia. Nel corso della notte di domenica, ignoti avrebbero aperto i bocchettoni di 15 silos, riversando a terra 25 mila ettolitri di vino. Nel mirino anche la cantina Torre Vini Srl di Torremaggiore (FG), colpita la notte precedente: quella tra sabato 19 e domenica 20 ottobre.

Il sindaco del Comune foggiano, Emilio Di Pumpo, racconta che “sconosciuti hanno manomesso le valvole di sfiato e i bocchettoni di 3/4 silos, facendo disperdere circa 15mila ettolitri di mosto”.

“Siamo di fronte ad un’azienda molto giovane sorta cinque anni fa – afferma ancora Di Pumpo -. I proprietari, due fratelli tra i 35 e i 40 anni, sono sotto choc”. Intanto, la popolazione di San Severo si mobilita per le 300 famiglie colpite dal vile gesto.

Il sindaco della cittadina, Francesco Miglio, ha chiamato a raccolta gli abitanti nel piazzale dell’Antica Cantina. Appuntamento per mercoledì 23 ottobre, alle ore 19: “Cerchiamo di esserci tutti – commenta Miglio – per acquistare una bottiglia a testa”.

“Un gesto di solidarietà e un forte segnale di sostegno – aggiunge il primo cittadino – ‘alla salute’ dell’Antica Cantina, per reagire a questo schiaffo alla gente perbene ed operosa di San Severo”. Dietro ai due episodi potrebbe infatti celarsi la malavita organizzata.

Per domani mattina è infatti convocato in Prefettura, a Foggia, una riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in cui verranno prese misure nei confronti dei due attentati. Non è la prima volta, del resto, che una cantina in Italia subisce intimidazioni attraverso lo sversamento del vino dalle cisterne.

L’ultimo episodio simile, in ordine cronologico, è avvenuto in Lombardia nel dicembre del 2016. Ancora ignoti gli autori del danno subito dalla storica cantina Conte Vistarino di Villa Fornace, in provincia di Pavia.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria