Oltrepò Pavese Doc Riesling 2018 “Lo Spavaldo”, Azienda Agricola Finigeto

PUNTEGGIO: 87/100 WINEMAG.IT. QUALITÀ PREZZO: 4/5

Un nome di fantasia che lascia il segno, per una bella espressione di un vitigno noto in tutto il mondo. Sotto la lente di ingrandimento di WineMag.it finisce il Riesling dell’Oltrepò Pavese Doc 2018 “Lo Spavaldo” dell’Azienda Agricola Finigeto.

LA DEGUSTAZIONE
Giallo paglierino intenso, luminoso. Al naso è delicato, ma preciso e pulito. Leggero accenno di idrocarburo a sottolineare una bella mineralità. Note di fiori e di frutta perfettamente matura, che spazia dalla nespola alla pera kaiser. Vena agrumata che rimanda al pompelmo rosa.

L’ingresso in bocca e dominato dall’acidità che conferisce bevibilità. Chiusura sapida e minerale. Persistenza sufficiente. Aspettato qualche anno, “Lo Spavaldo” può regalare una piacevole evoluzione nel calice. Un vino la cui freschezza, al momento, invoglia a un aperitivo a base di salumi, ma anche di pesce e crostacei.

LA VINIFICAZIONE
Un microclima, quello in cui si trovano i vigneti di Riesling renano di Finigeto, caratterizzato dalla forte escursione termica tra il giorno e la notte e dalla natura calcareo-gessosa dei terreni. Caratteristiche particolarmente adatte alla varietà, che trova così il suo terroir favorevole in Oltrepò pavese.

Alla raccolta manuale dei grappoli segue una macerazione pellicolare a freddo delle uve intere, con la successiva separazione del mosto dalle vinacce mediante pressatura soffice. Il mosto così ottenuto viene lasciato decantare e posto a fermentare in vasche di acciaio a temperatura controllata. L’affinamento di 8 mesi in acciaio e di 3 mesi (minimo) in bottiglia regalano un vino pronto alla sfida col tempo.

***DISCLAIMER: La recensione di questa etichetta è stata richiesta a WineMag.it dalla cantina, ma è stata redatta in totale autonomia dalla nostra testata giornalistica, nel rispetto dei lettori e a garanzia dell’imparzialità che caratterizza sempre i nostri giudizi***

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria