Lo spumante “subacqueo” Akenta è riemerso

spumante-akentos-alghero-sardegnaRiemerse sabato 9 luglio, alcune bottiglie di Akenta, contenute in una delle casse lasciate ad affinare sul fondale marino, a trenta metri di profondità,  dalla Cantina di Santa Maria La Palma. Il progetto è nato nel 2014 in collaborazione con il Parco di Porto Conte, l’area Marina di Capo Caccia,  e prevede l’affinamento sotto il livello del mare dello spumante “subacqueo” nato dal Vermentino di Sardegna per valutare l’evoluzione organolettica. Una imbarcazione è partita dal porto di Alghero con a bordo giornalisti, ospiti, esperti di settore ed il cda della cantina presieduto da Mario Peretto per assistere alla delicata fase di riemersione delle bottiglie in collaborazione  con il Diving Blue Center di Alghero, partner del progetto. La curiosa cantina subacquea è visitabile durante il periodo estivo grazie ai diving club locali ed il progetto  è stato avviato anche nell’ottica della valorizzazione del territorio all’insegna della sostenibilità e del rispetto della natura. 

 

  .

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment