Torna #chiantigustalofresco: la campagna estiva passa dalla gdo grazie a Coop e Conad

Il Consorzio del Vino Chianti ha presentato la sua nuova campagna #chiantigustalofresco per incrementare nel periodo estivo le vendite del Chianti nel 2016. Dopo il successo dell’iniziativa ”Chianti fresco: gustalo a 16 gradi” promossa nelle passate stagioni dal Consorzio Vino Chianti nella città di Roma, oggi il concept di#chiantigustalofresco si declina sul format della grande distribuzione e arriva dal 19 al 28 maggio 2016 in 3.000 punti vendita Conad e dal 14 al 28 luglio in 600 Punti Vendita Coop del Centro-Nord (Toscana, Piemonte, Lombardia, Liguria, Dorsale Adriatica). Nei negozi Conad le bottiglie di Chianti verranno evidenziate sugli scaffali attraverso l’apposito bollino identificativo e presso Coop con etichette specifiche. Presenti sul punto vendita hostess e gadget brandizzati Chianti. L’approdo del Chianti nella grande distribuzione rappresenta una svolta nel modo di comunicare il prodotto: come nell’iniziativa #chiantigustalofresco, non si parla di un nuovo modo di bere il Chianti, ma del giusto modo di farlo, rivolgendosi a un target più ampio e importante nei numeri. Il Sangiovese di Toscana è un vino giovane e fragrante, dallo stile contemporaneo, un prodotto dai tratti distintivi che ben si prestano alla freschezza dei 16 gradi. Il consumatore sarà edotto sulla corretta modalità di degustazione del Chianti e riceverà come gadget un vero e proprio strumento per misurare la temperatura del vino, il braccialetto che misura la temperatura di servizio. La temperatura ideale è quella della cantina, a 16 gradi, temperatura che consente di esaltare i profumi e gli aromi di un vino rosso durante la stagione estiva. Le vendite del Chianti, in estate, rappresentano circa il 40% sul totale annuo che è di 100 milioni di bottiglie. Il mercato nazionale ne assorbe circa 30 milioni di cui il 55% nella distribuzione organizzata ed il resto nel libero mercato. Le principali aree di vendita della gdo sono Lombardia, Lazio e Toscana. ”Abbiamo immaginato di dare un contributo di attrattiva attraverso un’iniziativa, che è sia creativa che costruttiva – spiega Lorenzo Tersi, wine advisor che oggi ha illustrato la campagna – nell’ottica di aumentare la cultura verso questo tema che coinvolge non solo il Chianti ma tutti i produttori di vino rosso italiano”. ”Con questa campagna, che sarà lanciata anche attraverso i social network – spiega Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti – vogliamo aumentare in modo significativo le vendite dei nostri vini in un periodo dell’anno erroneamente considerato sfavorevole alla degustazione e consumo dei rossi. L’obiettivo è quello di raddoppiare le vendite nei prossimi 3 anni favorendo un consumo consapevole. Come Consorzio abbiamo il dovere sociale di stimolare il mercato attraverso iniziative di questa portata sostenendo così i nostri soci e le imprese in un’ottica di maggior attenzione verso il giusto consumo”. (foto Repubblica Firenze)

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment