Parte dall’Aglianico del Vulture la promozione del comparto lucano

Si è tenuto oggi a Venosa (Pz) in collaborazione con l’Enoteca Regionale Lucana,  un incontro per illustrare le iniziative di promozione del comparto vinicolo lucano. “E’ tempo di bere e di #BereBasilicata. E’ tempo di promuovere e valorizzare al meglio possibile un comparto maturo, punta di eccellenza della Basilicata, e il nostro vino a partire dall’Aglianico del Vulture che continua a ricevere riconoscimenti e apprezzamenti a livello nazionale ma anche mondiale. Presto sarà convocato il tavolo della viticoltura lucana”. Queste le parole di Luca Braia, Assessore alle Politiche Agricole e Forestali regionali.

La Basilicatà è una tra le regioni italiane più piccole. Sono 5196 gli ettari vitati di cui 1300 a Doc, ma ben quattromila aziende attive per un totale di 400 etichette e 6,7 milioni di bottiglie. Un settore importante con una incidenza del 2,6% sulla produzione agricola totale che ruota principalmente attorno all’Aglianico del Vulture, vino simbolo promosso a Docg nel 2010, nella sua versione Superiore e Riserva.

Tempi maturi dunque per mettere in campo sinergie, capitalizzando anche la nomina di Matera a Capitale Europea delle Cultura 2019. Tra i progetti in vista, anche la possibile apertura nella città dei sassi di una seconda sede dell’Enoteca Regionale.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment