Go Wine, successo per ”I grandi terroir del Barolo”

Successo per ''I grandi terroir del Barolo'', evento Go Wine dedicato al BaroloE’ terminata  la settima edizione de ”I grandi terroir del Barolo”, l’evento ideato da Go Wine, tutto dedicato al vino Barolo. Degustazioni e approfondimenti per conoscere e apprezzare il territorio del disciplinare, i principali cru o menzioni geografiche aggiuntive, come formalmente definite dal Consorzio di Tutela.  Un programma in parte rinnovato che ha trovato gradimento da parte del pubblico, complice anche il bel tempo che ha favorito viaggi ed escursioni in Langa. Due le sedi: a Castiglione Falletto il focus sul territorio vitato del Comune, con la preziosa collaborazione della Cantina Comunale di Castiglione Falletto.  Nella location dell’Hotel Santa Maria, a Santa Maria di La Morra, spazio a tutti gli altri territori del disciplinare con la collaborazione di 16 aziende che hanno animato un banco d’assaggio molto frequentato. Un evento di nicchia, non per grossi numeri, ma con presenze in crescita soprattutto da fuori Piemonte, con gruppi che hanno accolto l’invito per un week-end in Langa, unendo alla degustazione, la visita nelle cantine e gli itinerari fra le colline del Barolo. Come sempre molto gettonate le degustazioni guidate, con un calendario di 5 appuntamenti e con un particolare risalto verso la Riserva 2010 del Barolo: una sorta di percorso virtuale nelle grandi vigne di questo vino, con la mappa sempre idealmente davanti per conoscere le diverse zone, cogliere sfumature e profumi di uno dei più grandi vini del mondo. Nei riscontri anche una positiva valutazione per come si preannuncia la nuova annata 2012 in distribuzione. ”Dopo l’importante esordio dello scorso febbraio a Milano – dicono da Go Wine – gli assaggi dello scorso week-end ne hanno confermato i giudizi positivi, a fianco di un panorama produttivo sempre più qualificato”. Ovvero la conferma che il successo del Barolo è legato anche all’impegno di tanti interpreti, tutti protesi ad affinare sempre di più la qualità del nebbiolo e capaci di creare una sorta di grande gioco di squadra a favore della qualità.  Complessivamente hanno condiviso l’evento oltre 30 aziende vinicole: con oltre 70 Barolo presentati in degustazione, suddivisi fra i banchi d’assaggio e le degustazioni di approfondimento. Hanno collaborato con l’associazione Go Wine nelle degustazioni di approfondimento Gianni Fabrizio (curatore della Guida ai Vini del Gambero Rosso) e l’enologo Gianpiero Gerbi. L’evento si è svolto anche con la cortese collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment