Etichettatura ambientale, proroga al 1° gennaio 2023

Il voto alla Camera nel contesto di Milleproroghe

Etichetta ambientale, altra proroga. In Friuli l'esempio virtuoso di Tenimenti Civa

L’entrata in vigore degli obblighi in materia di etichettatura ambientale degli imballaggi è prorogata al 1° gennaio 2023. I prodotti privi dei requisiti prescritti e già in commercio o etichettati al 31 dicembre 2022 potranno essere commercializzati fino ad esaurimento delle scorte.

Entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, il Ministero della transizione ecologica adotterà, con decreto di natura non regolamentare, le linee guida tecniche per l’etichettatura ambientale.

Il testo licenziato dalla Camera dei Deputati sarà trasmesso per approvazione al Senato della Repubblica. Non sarebbero attese ulteriori modifiche. Il voto all’ennesima proroga dell’entrata in vigora della nuova etichettatura ambientale è arrivato ieri alla Camera, con 369 voti favorevoli e 41 voti contrari, nell’ambito del cosiddetto “Milleproroghe“.

Etichetta ambientale, altra proroga. In Friuli l’esempio virtuoso di Tenimenti Civa

® Riproduzione riservata

sostieni winemag.it

Siamo una testata indipendente gratuita, ma il nostro lavoro ha un costo che la pubblicità fatica a ripagare.
Se credi nell'informazione libera e in un nuovo modo di raccontare il vino italiano, sostienici con un euro al mese.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria