Prince consumava vino “in modeste quantità”, come previsto dalla sua fede

”Un pasto senza vino è come un giorno senza sole”, probabilmente a pensarlo non era solo Anthelme Brillat-Savarin, ma anche Prince, la pop star recentemente scomparsa che pur non essendo un grande bevitore consumava vino. Non amava la birra, ma il vino che beveva in modeste quantità. Questo è quanto dichiarato da un membro della sua chiesa, James Lundstrom, della chiesa di St. Louis Park Kingdom Hall. La rockstar era infatti un devoto testimone di Geova, secondo la cui fede il vino non è vietato, ma va consumato con moderazione.

Non sopportava il whisky che disgustava letteralmente e spesso era andato sull’argomento con Lundstrom che lo aveva invitato a provare quello giusto. Sulla causa della morte di Prince continua ad aleggiare il mistero anche se il suo legale smentisce che facesse uso di droga: ”Non era drogato e amava la vita. Conduceva una vita salutista, era vegano e famoso per il suo stile di vita pulito” ha affermato l’avvocato McMillan. Probabilmente nella sua dieta c’era anche il famoso bicchiere di vino al giorno, che però non ha impedito la sua scomparsa a 57 anni.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment