Diageo presenta un piano decennale per la sostenibilità

Diageo ha lanciato il programma “Society 2030: Spirit of Progress“. Dopo grandi aziende come Unilever o il principale concorrente Pernod Ricard e realtà artigianali come BrewDog anche Diageo, il più grande produttore mondiale di alcolici, fissa nuovi progetti nel tentativo di raggiungere gli obiettivi stabiliti dall’accordo di Parigi del 2016 per limitare il riscaldamento globale al di sotto dei 2 ° C. In qualità di azienda globale – ha dichiarato Ivan Menezes, amministratore delegato di Diageo – ci impegniamo a fare la nostra parte per proteggere il futuro del nostro…

Vai all'articolo

Priscilla Occhipinti: la donna che parla con l’alambicco

Priscilla Occhipinti, titolare di Nannoni Grappe e unico Maestro Distillatore donna d’Italia, ed il suo alambicco. È un po’ come Don Camillo col Crocifisso: uno parla e l’altro risponde. “L’impianto parla, parla proprio! – dice la Occhipinti raggiunta telefonicamente da Winemag – Le attrezzature trasmettono non soltanto con l’alcolometro, col termometro, o il misuratore di pressione, ma anche coi suoni o col ritmo al quale esce il liquido”. “A volte il vapore che pulsa da un suono o un timbro diverso: vuol dire che lì c’è bisogno un intervento. L’impianto…

Vai all'articolo

Titanic Distillers Ltd: un nuovo Irish Whiskey dove venne costruito il famoso transatlantico

L’uomo d’affari Peter Lavery, in collaborazione con la società d’investimenti Norlin Ventures, ha dichiarato di voler aprire un distilleria di Whiskey irlandese nel porto di Belfast, sul sito in cui fu costruito il Titanic. La documentazione completa sarà presentata alle autorità competenti il prossimo mese e si prevede possa essere approvata entro il primo trimestre del 2021. La Titanic Distillers Ltd, ufficialmente costituita nell’agosto 2018, potrà quindi vedere la luce ad aprile 2021 in coincidenza con la partenza del fatidico viaggio inaugurale del dell’RMS Titanic nell’aprile 1912. Prima del proibizionismo,…

Vai all'articolo

Whisky, sempre più distillerie puntano su terroir e biologico

Sono sempre più numerosi i Whisky che puntano sulla territorialità, sul biologico e sulla sostenibilità ambientale della distilleria stessa. Dopo il “sasso” lanciato nello stagno del Whisky dall’irlandese Waterford sono molte le piccole realtà nate con una mission chiara: dare al distillato di cereale un’identità “Local & Organic“. Nelle ultime settimane sono ben tre le First Release di altrettante neonate distillerie. NC’NEAN DISTILLERY: ORGANIC SINGLE MALT WHISKY Operativa dal 2017 a Drimnin, sulla costa occidentale delle Highlands scozzesi lungo lo stretto che le separa dall’isola di Mull, Nc’nean Distillery ha…

Vai all'articolo

Evadevano l’accisa: sequestrate 1.800 bottiglie di superalcolici e birra (VIDEO)

Circa 1800 bottiglie di bevande tra superalcolici come Rum e Vodka ed alcolici (birra), importate da paesi extra-Ue senza assolvimento dell’accisa in Italia. Ma anche una “montagna” di sacchi di prodotti alimentari destinati a ristoranti etnici operanti in Italia: ben 9 tonnellate il peso complessivo. È quanto scoperto dai Finanzieri della Sezione Operativa Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Como, al termine di una mirata attività info-investigativa a Cologno Monzese, in provincia di Milano. La merce, secondo gli inquirenti, sarebbe stata destinata alle numerose comunità di latinos, la cui…

Vai all'articolo

Mixology e distillazione artigianale: un connubio fatto di amore e ricerca della perfezione

La mixology, col suo servire drink realizzati sul momento dalle mani del Bartender e spesso creati dalla fantasia ed esperienza dello stesso, è da sempre emblema del “bere artigianale“. Questo connubio fra miscelazione ed artigianalità ha visto un forte incremento negli ultimi anni, sia in Italia che all’estero, con sempre più mixologist che compiono coraggiose scelte artigianali in fatto di distillati o liquori da inserire nelle proprie preparazioni. Alla base di queste scelte non c’è solo la qualità del prodotto artigianale, ma anche il messaggio che porta con se. Lo…

Vai all'articolo

Port of Leith: iniziati a Edimburgo i lavori per la prima distilleria verticale di Whisky

Sono iniziati pochi giorni fa nel quartiere portuale di Leith, il porto di Edimburgo, i lavori di costruzione di quella che sarà la prima distilleria verticale di Scotch Whisky. L’edificio si ergerà 40 metri sopra il molo, proprio difronte al Royal Yacht Britannia, ed avrà sulla sommità un Whisky Bar a due piani con vista sul Castello di Edimburgo. Dodici milioni di sterline di investimento per la realizzazione della Port of Leith Distillery che si pone l’ambizioso obiettivo di diventare un punto di riferimento anche turistico per la capitale scozzese.…

Vai all'articolo

Il vostro whisky è biologico e “di terroir”? Waterford presenta Organic Gaia 1.1

Nuova release per Waterford Distillery, la distilleria irlandese che ha incentrato la sua filosofia produttiva sul terroir del whisky e sulla qualità dell’orzo. Con Organic Gaia 1.1, Waterford inaugura la serie “Arcadian“. Una nuova gamma di distillati biologici e biodinamici che va ad affiancarsi alla linea “Single Farm Origin“. Gaia 1.1 è il è il primo whisky irlandese certificato “bio” dall’Organic Trust, a valle di rigorosi controlli, il cui orzo è stato coltivato da Paddy Tobin, Alan Jackson, Pat e Denis Booth, Jason Stanley, Trevor Harris e John Mallick. Cercavamo agricoltori…

Vai all'articolo

Connaught Bar: il miglior Cocktail Bar al mondo è gestito da due italiani

È il Connaught Bar di Londra il miglior Cocktail Bar del Mondo. A decretarlo è la “The World’s 50 Best Bars 2020“, che quest’anno a presentato la classifica con una cerimonia on-line a causa dell’emergenza sanitaria. Un premio che profuma di Italia, sono infatti Giorgio Bargiani e Agostino Perrone a guidare il noto locale londinese che aveva già ben figurato lo scorso settembre nella “Bar World 100 2020“. “È difficile pensare a un bar in qualsiasi parte del mondo che abbia reso l’eccellenza così semplice il Connaught – si legge…

Vai all'articolo

Paolo Brunello show: “Basta confusione tra produttori e imbottigliatori di Grappa”

“Il mondo del vino distingue produttori e imbottigliatori in etichetta, con la scritta ‘prodotto all’origine dalla cantina…’ oppure ‘imbottigliato da…’. Facciamolo anche per la Grappa”. Parola di Paolo Brunello, titolare della più antica distilleria artigianale d’Italia, la Fratelli Brunello di Montegalda (VI), fondata nel 1840. La posizione di Brunello, espressa durante la Craft Distilling Italy 2020 lo scorso 27 ottobre, non lascia spazio ad interpretazioni: “Occorre rifare completamente la normativa ed avere il coraggio di rompere questa, mi permetto di dire, ipocrisia che sovrasta il mondo della grappa. Me ne assumo…

Vai all'articolo

Craft Distilling Italy 2020: la distillazione artigianale italiana fa squadra

Un quadro variopinto. Un panorama eterogeneo composto da realtà diverse, con dimensioni diverse. Difficoltà pratiche ed una burocrazia intricata a condire uno scenario in piena evoluzione, in cui i decani della distillazione artigianale si incontrano con la dinamicità delle nuove leve. È quanto emerge da Craft Distilling Italy 2020, la prima conferenza mai organizzata sulla distillazione artigianale italiana. Un evento pensato, voluto e realizzato dal team di Distillerie.it, lo scorso 27 ottobre. Un’occasione per fare il punto della situazione su un settore ancora poco conosciuto, poco sviluppato e forse ancora…

Vai all'articolo

American Single Malt: i produttori chiedono un Disciplinare al Governo Federale

Non solo Bourbon e Rye. Anche se la maggior parte dei consumatori europei conosce il Whiskey “Made in the Usa” per l’uso di mais e segale, un numero in costante crescita di distillerie produce Single Malt americani. È la tipologia di whiskey in ascesa Oltreoceano, seppur non ancora riconosciuta dal Governo Federale degli Stati Uniti. Le cose potrebbero cambiare, dopo la richiesta di un disciplinare ad hoc. Negli ultimi due decenni la curiosità che circonda il Single Malt americano e la mancanza di regole precise che ne definiscano le caratteristiche,…

Vai all'articolo

Terroir nel Whisky come nel vino? Uno studio inchioda l’industria dei distillati

Il terroir, concetto tanto caro ad enologi e sommelier nel mondo del vino, può essere applicato al Whisky? Quell’insieme tridimensionale di suolo, clima e topografia che influenza la crescita della vite ha lo stesso effetto sull’orzo? Secondo Mark Reynier, Ceo di Waterford Distillery in Irlanda, la risposta è affermativa. Ci sono solo tre materie prime ammessi per la produzione del Whisky Single Malt: lievito, acqua e orzo – spiega Reynier – Si dice che il Whisky dipenda dalla giusta acqua o dalla botte usata in invecchiamento, ma non si parla…

Vai all'articolo

All’asta la più vasta collezione privata di Whisky al mondo

La “Pat’s Whisk(e)y Collection“, la più vasta collezione privata di Whisky al mondo, è in vendita. Oltre 9.000 bottiglie e 2.000 mignon provenienti da oltre 150 distillerie di Scotch e Bourbon, ma anche da Giappone, Europa ed Asia per un valore stimato di circa 5 milioni di Dollari. La collezione, che stupisce per la sua completezza e valore culturale più ancora che per quello economico, è stata costruita da “Pat”, pseudonimo dietro cui si cela l’anonimo collezionista, in oltre 15 anni di viaggi alla scoperta delle varie distillerie. Ho sempre…

Vai all'articolo

La Whisky Bible rimossa dalla vendita dopo le accuse di sessismo a Jim Murray

Brutto contraccolpo per Jim Murray e la sua Whisky Bible dopo le critiche mosse sui social dall’esperta di Whisky Becky Paskin. The Whisky Exchange, uno dei più importanti e-shop mondiali dedicati agli Spirits, ha rimosso la Whisky Bible dal suo Book Store e dagli scaffali dei suoi tre punti vendita londinesi, bloccandone di fatto la vendita. Riteniamo che i commenti fatti nel libro non si adattino alla nostra visione del mondo del Whisky – ha commentato Sukhinder Singh, co-fondatore di The Whisky Exchange – è nostra opinione che il Whisky…

Vai all'articolo

Whisky Bible 2021 sotto attacco: recensioni sessiste o libertà di espressione?

Whisky Bible 2021 è stata criticata dall’esperta di Whisky Becky Paskin per le sue recensioni giudicate “sessiste e volgari“, tanto da indurre “a considerare le donne come oggetti”. Pubblicata annualmente da Jim Murray dal 2003, Whisky Bible raccoglie le note di degustazione del celebre esperto su circa 4.500 etichette. Un volume divenuto, negli anni, uno dei testi di riferimento del settore. Non senza polemiche, come dimostrano le bordate arrivate a pochi giorni dall’immissione in commercio della guida, sugli scaffali delle migliori librerie. La Paskin, fondatrice con Georgie Bell di Our Whisky…

Vai all'articolo

Pubblicità ingannevole: Class Action contro Ab InBev

Lo scorso 11 settembre Tanya Cooper e Joseph Rose, entrambi residenti nello stato di New York, hanno presentato, in rappresentanza di più di 100 membri, una Class Action contro il colosso mondiale della birra Ab InBev per “pubblicità ingannevole” relativamente ai prodotti della linea Ritas. I querelanti affermano che la gamma Ritas di Ab InBev, che include le versioni Margarita, Mojito, Rosé e Sangria, è stata falsamente pubblicizzata in quanto ci si aspetterebbero che i prodotti contengano rispettivamente tequila, rum e vino, cosa non corrispondente alla realtà. A rafforzare l’errata…

Vai all'articolo

Tequila Corralejo: finalmente in Italia grazie a Coca-Cola e Compagnia dei Caraibi

Tequila Corralejo arriva sul mercato italiano grazie ad una partnership per la distribuzione fra Coca-Cola Hbc Italia e Compagnia dei Caraibi. “Tequila Corralejo è un’agave dalle caratteristiche uniche, che abbina una altissima qualità a una storia di oltre due secoli. Siamo convinti che la collaborazione con Coca-Cola Hbc Italia possa rappresentare un’importante opportunità di crescita per questo brand in Italia”, ha dichiarato Fabio Torretta, Direttore Generale di Compagnia dei Caraibi. Per Compagnia dei Caraibi – prosegue – questa partnership è un’ulteriore conferma del virtuoso percorso intrapreso dall’azienda negli ultimi anni,…

Vai all'articolo

Valentina Gin, sensuale connubio fra arte grafica e distillazione

Valentina, l’intrigante fotografa-reporter nata dalla matita del Maestro Guido Crepax, torna a sedurre ammiccando dalle etichette di Valentina Gin. L’idea è di Strip and Spirit, linea di super alcolici premium ispirati ai fumetti d’autore nata dalla collaborazione fra Seci1981, società di comunicazione integrata, e la galleria d’arte milanese Nuages. Tre le tipologie di Gin disponibili al momento: Valentina Milano Gin nr.1, Valentina Milano Dry Gin e Valentina Gin Extra 4 Tonic. Ma se le sensuali immagini di Valentina ed il design delle bottiglie riportano la mente agli anni ’60 e…

Vai all'articolo

Bar World 100 2020: ben sei italiani fra le personalità più influenti del settore

Nell’elenco delle 100 personalità più influenti del bartending nel 2020 non sfigura l’Italia. Sono ben sei i nostri connazionali rappresentati nella “Bar World 100 2020 – The Industry Most Influential’s Figures” stilata da Drinks International. Simone Caporale, consulente freelance, al 16° posto (primo fra gli italiani), Agostino Perrone del Connaught di Londra (28°), Mario Farulla del Chapter di Roma (55°), Diego Ferrari, Brand Ambassador Matusalem (83°), Giacomo Giannotti del Paradiso di Barcellona al (91°) e Dario Comini del Nottingham Forest di Milano (94°) posto tengono alto il tricolore nella classifica…

Vai all'articolo

Firenze capitale della Mixology con la Florence Cocktail Week 2020

Rimandata, ma non annullata. La quinta edizione della Florence Cocktail Week si terrà a Firenze dal 21 al 27 settembre dopo la sua sospensione la scorsa primavera. Possono quindi tirare un sospiro di sollievo gli amanti della mixolgy che, forse, avevano temuto il peggio dopo il recente annullamento del Roma Bar Show 2020. Per una settimana Firenze sarà la capitale della miscelazione con incontri, masterclass e night shift con ospiti illustri italiani ed internazionali, momenti di approfondimento ed eventi per professionisti e spirits lovers grazie alla kermesse organizzata da Paola…

Vai all'articolo

VE.N.TO: per la prima volta nella storia un cocktail a base grappa entra nella lista Iba

Per la prima volta nella storia della cocktail list dell’Iba, l’International Bartenders Association, entra un drink con base grappa. Si chiama VE.N.TO, quasi a simboleggiare la ventata di novità dai vertici dell’Iba, associazione con 60 mila bartender iscritti al mondo, dove siede l’italiano Giorgio Fadda, ex presidente Aibes. Una rivincita per il più italiano e rappresentativo dei distillati verso chi non lo considerava adatto alla miscelazione. VE.N.TO nasce dal lavoro Samuele Ambrosi, responsabile dell’area miscelazione di GrappaRevolution, e Leonardo Veronesi, bartender del Rivabar di Riva del Garda. VE.N.TO non vuole…

Vai all'articolo

The Gin Day diventa The Gin Week

Non si terrà l’edizione 2020 di TheGINday, manifestazione milanese dedicata al Gin, al Genever ed ai loro Botanicals. A sostituirlo sarà, dal 10 al 14 settembre, TheGINweek versione itinerante della kermesse. La decisione di cambiare il format, nato nel 2012 all’inizio della “Gin Era“, è la diretta conseguenza dell’emergenza sanitaria. A metà luglio il numero dei contagi era sceso quasi a zero, così avevamo preso coraggio nel confermare l’evento. Ad oggi le prospettive sono nuovamente cambiate. – dichiarano gli organizzatori, spiegando come – theGINweek sarà un circuito di cocktail bar…

Vai all'articolo

AssoDistil realizza il primo Rapporto di Sostenibilità della distillazione

AssoDistil ha promosso, assieme ad 11 aziende leader del settore e con il coordinamento di LifeGate, società considerata punto di riferimento della sostenibilità, la realizzazione del Primo Rapporto di Sostenibilità del settore distillatorio raccogliendo i dati sociali, ambientali ed economici delle aziende coinvolte. Il settore distillatorio rappresenta un evidente esempio di economia sostenibile e circolare. Da sempre infatti la distillazione valorizza materie prime che altrimenti sarebbero gestite come scarti da altri settori, generando nel contempo una molteplicità di prodotti di indubbio valore e minimizzando, quasi azzerando, la produzione di scarti.…

Vai all'articolo

Cancellato il Roma Bar Show 2020

Cancellato il Roma Bar Show 2020. Un’altra vittima eccellente dell’emergenza sanitaria, nonostante il cauto ottimismo che ormai circola nel mondo dell’enogastronomia, con la conferma di svariati Beer Festival e di eventi legati al vino. Le misure di distanziamento e prevenzione imposte hanno spinto ad annullare la manifestazione. Non sarà quindi possibile replicare il successo, seppur velato da qualche polemica, della prima edizione. L’amara decisione di rimandare il Roma Bar Show a settembre 2021 è stata presa a seguito delle sopraggiunte condizioni operative e misure di prevenzione imposte dall’evoluzione del Covid-19…

Vai all'articolo

Diageo compra il Gin di Ryan Reynolds

Il gigante britannico degli alcolici Diageo ha annunciato l’acquisto di Aviation American Gin attraverso l’acquisizione di Aviation Gin Llc e Davos Brands Llc per 610 milioni di dollari. L’accordo prevede il pagamento di una prima tranche da 335 milioni di dollari, mentre i restanti 275 milioni saranno legati alla performance della società nei prossimi dieci anni. Diageo finazierà l’operazione con fondi propri e l’acquisizione dovrebbe concludersi prima della fine dell’anno. Con l’accordo Diageo acquisisce anche gli altri marchi del portafoglio di Davos Brands composto da Astral Tequila, Sombra Mezcal e…

Vai all'articolo

Revive Gin: lo Spirit ottenuto dalla birra invenduta causa covid

Trasformare la birra invenduta in Gin. Dopo il caso di “Smells Like Brussels Spirit” è il Giappone a cimentarsi con la distillazione di recupero dove tre aziende del beverage si sono messe insieme per trasformare la birra sprecata in Gin. È nato così Revive Gin, cui parte ricavato sarà devoluto ad artisti e operatori del settore culturale e dell’intrattenimento locale, che ha affrontato una crisi senza precedenti a causa dell’impatto della pandemia. ABInBev Japan, filiale nipponica del più grande produttore di birra al mondo, ha offerto 20 mila litri di…

Vai all'articolo

Due ori per Grappa Castagner al Meininger’s International Spirits Award

Distilleria Castagner si aggiudica due medaglie d’oro alla diciassettesima edizione del Meininger’’s International Spirits Award per la grappa Fuoriclasse Leon Riserva 3 Anni e la grappa Grandi Cuvée Prosecco. La Grappa è vocazione, passione e cultura – sottolinea soddisfatto Roberto Castagner – non è un semplice prodotto ma un simbolo del Made in Italy, della nostra storia e dei nostri valori. Vedere premiata la mia azienda la cui qualità è stata riconosciuta anche dall’Isw award è quindi un grande motivo d’orgoglio, perché premia tutto il lavoro fatto per la valorizzazione…

Vai all'articolo

Bruno Pilzer è il nuovo presidente dell’Istituto di Tutela Grappa del Trentino

Bruno Pilzer è stato eletto all’unanimità alla presidenza dell’Istituto di Tutela Grappa del Trentino. Classe 1959 originario di Faver in Val di Cembra dove collabora nella distilleria di famiglia fondata nel 1957, tra i decani del settore e già vicepresidente dei precedenti Consigli dell’Istituto Pilzer rappresenta una delle tradizioni distillatorie tra le più storiche del Trentino e d’Italia. Già da tanti anni lavora con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige per diversi anni come analista, poi nella gestione della distilleria della Fondazione e recentemente anche come docente nel…

Vai all'articolo

31 luglio: il mondo del Rum festeggia il “Black Tot Day”

Il 31 luglio 1970 alle ore 11.00, dopo 6 rintocchi di campana, venne dato l’ultimo “Up Spirits” sulle navi della Royal Navy. Si chiudeva un’era ed una tradizione. Per l’ultima volta ai marinai della Reale Marina Britannica veniva servita la razione giornaliera, il “tot“, di Rum. Leggenda vuole che i marinai, per celebrare la fine di quel rito secolare, si presentarono con una fascia nera al braccio in segno di lutto. Nasceva così il mito del “Black Tot Day“. La pratica di servire Rum sulle navi fu introdotta nel 1655…

Vai all'articolo