Cantina Bolzano, breccia nel Vinmonopolet: la Norvegia è la nuova frontiera

L’annuncio dell’amministratore delegato Klaus Sparer

BOLZANO – L’ultima mossa di Cantina Bolzano? L’ingresso nel mercato della Norvegia, che opera in regime di Monopolio con “Vinmonopolet“. L’azienda altoatesina si è fatta trovare pronta ad affrontare un procedimento diverso da quello di altri mercati. Più tortuoso, ma in grado di offrire ottime garanzie. Una conquista che torna utile alla luce della pandemia Covid-19.

“Abbiamo iniziato a sviluppare i nostri anticorpi per affrontare Coronavirus prima dell’emergenza – chiosa Klaus Sparer, Amministratore Delegato di Cantina Bolzano – grazie alla diversificazione in termini di canali di vendita e mercati. L’ultima mossa è l’ingresso nel mercato monopolistico della Norvegia”.

La cooperativa altoatesina porta così a 21 i Paesi del mondo alla voce “export”. I vini saranno reperibili nei quasi 300 negozi statali che portano il nome “Vinmonopolet”, come previsto dalle normative locali riferite a tutte le bevande alcoliche con una gradazione alcolica superiore al 4,75%.

“Entrare in questo mercato – sottolinea Sparer – è una grande opportunità non solo per noi come azienda vinicola, ma per tutto l’Alto Adige. Grazie alla presenza dei nostri vini, il nome Alto Adige sarà portato all’attenzione di un nuovo e interessante target turistico. In questo senso, i nostri vini possono essere visti come ambasciatori del territorio”.

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria