Argiano, la cantina di Montalcino attenta all’ambiente: plastic free e biodiversità

Oggi, Earth Overshoot Day, la visita in Toscana da parte della Commissione Agricoltura della Camera


MONTALCINO –
Rigenerazione ed equilibrio. Queste le due parole d’ordine di “Argiano Buona Agricoltura“, il modello di sviluppo agricolo e vitivinicolo di Argiano – Cantina dal 1580, a Montalcino.  Non a caso il presidente della Commissione Agricoltura della Camera, l’onorevole Filippo Gallinella, ha visitato questa mattina la cantina toscana.

Ricorre oggi, 29 luglio 2019, l'”Earth Overshoot Day“, una giornata utile a riflettere sull’utilizzo delle risorse del Pianeta da parte dell’uomo, che supera le capacità di auto rigenerazione. Da oggi cioè, secondo quanto certifica il Global Footprint Network – organizzazione di ricerca internazionale che tiene la contabilità dello sfruttamento delle risorse naturali, la cosiddetta “impronta ecologica” dell’uomo – l’umanità inizia ad attingere e consumare scorte e risorse del futuro.

Argiano, cantina dal 1580, è invece la prima azienda plastic free a Montalcino. “Argiano Buona Agricoltura –  spiega il Ceo Bernardino Sani – è l’insieme di principi e valori per un’agricoltura consapevole, rispettosa dell’ambiente e del paesaggio, e che ha la rigenerazione e l’equilibrio della biodiversità come regole”.

“Ringrazio il presidente Gallinella e l’onorevole Chiara Gagnarli per aver accettato di passare questo giorno simbolico ad Argiano. La loro attenzione verso il suolo si sposa con la devozione che gli riserviamo noi. Riteniamo che la qualità sia il prodotto di tante attenzioni; la cura del suolo e dell’ambiente sono le prime”.

IL CONSUMO DI SUOLO
Il suolo, risorsa primaria dell’Umanità, è sempre più oggetto di sfruttamento. Viene eroso dall’urbanizzazione a causa dell’aumento della popolazione e depredato dai consumi sempre crescenti. “Argiano – spiega Sani – è controcorrente”.

Da sei anni l’azienda segue pratiche organiche rigenerative, non utilizza pesticidi, nemmeno quelli naturali e coadiuva con propoli, zeolite e caolino. Dalla scorsa primavera ha intrapreso l’allevamento di api in vigna”.

Gallinella è titolare della Proposta di Legge in materia di “valorizzazione delle aree agricole e di contenimento del consumo del suolo”, più nota  come “Costituzione del territorio“.

“Questo – ha commentato il presidente della Commissione Agricoltura della Camera – è un giorno che ci spinge a riflettere sulle responsabilità che lo sfruttamento indiscriminato di suolo e ambiente comportano. È necessario e urgente recuperare e riqualificare, rigenerare e preservare, i suoli agricoli e il paesaggio. Oggi ho visto il modello Argiano, un modello virtuoso da replicare”.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria