Vin-o-Ton: 10 anni d’arte, musica e vino alla Tenuta Alois Lageder

Un anniversario celebrato nel segno della direzione artistica di Thomas Larcher, in onore dell’Alto Adige


MAGRÈ –
Grandi compositori ispirati da un approccio olistico, alla vita e al vino. Se ne sono alternati molti a Vin-o-Ton, il progetto musicale di Alois Lageder e della moglie Veronika Riz che quest’anno ha compiuto 10 anni.

Un anniversario celebrato nel segno della direzione artistica di Thomas Larcher, in onore del territorio che opsita la Tenuta Lageder: l’Alto Adige. L’edizione 2019 di Vin-o-Ton è andata in scena sabato 24 febbraio nello storico palazzo Casòn Hirschprunn di Magrè (BZ).

Un’edizione speciale, che ha visto la straordinaria partecipazione di Eduard Demetz, uno dei migliori compositori contemporanei. Il compositore ha scritto un duo per baritono e pianoforte per Andrè Schuen, anch’egli altoatesino di Wengen in Val Gardena dal titolo “vërt tla bocia”, “verde in bocca”.

Lo ha accompagnato il pianista Daniel Heide di Weimar. I testi delle sette poesie messe in musica sono invece dalla poetessa altoatesina Roberta Dapunt. “Composizione, musica e testo – evidenziano Alois Lageder e Veronika Riz – sono le tre arti che si sono intrecciate in questa edizione dell’anniversario”.

“Il nostro obiettivo – aggiungono – era e rimarrà quello di promuovere la musica contemporanea e di rendere le opere accessibili ad un vasto pubblico. Consideriamo un importante compito sociale quello di unire le persone con l’arte, la musica e, naturalmente, il vino”.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment