Milano Design Week: il Merlot “f” di Gualdo del Re in vetro di Murano in 2 mila pezzi

L’opera d’arte in vetrina ieri sera nel ricercato negozio di profumi Amouage


MILANO –
Una bottiglia pensata e realizzata dalla celebre vetreria Carlo Moretti di Murano per “f“, l’esclusivo Merlot toscano di Gualdo del Re. La Milano Design Week si è tinta di rosso giovedì 11 aprile, dalle 19 alle 21, nel ricercato negozio di profumi Amouage di via Fiori Chiari, 7.

Un appuntamento pensato in occasione del Salone Internazionale del Mobile, per presentare all’attento pubblico meneghino l’opera d’arte di una delle vetrerie veneziane più storiche. La location scelta dalla cantina di Suvereto (LI) non poteva che essere all’altezza.

Due eccellenze italiane in vetrina, insomma. Un’edizione speciale del Merlot di Gualdo del Re, annata 2015, simbolo della nobile enologia toscana. E una bottiglia emblema della millenaria tradizione di Murano.

TRA GLI OCCHI E LA GOLA
Invece dell’etichetta è stata scelta un’incisione su vetro, utile a valorizzare il particolare connubio, in un gioco di trasparenze e consistenze. Ma la bellezza della bottiglia si svelerà solo quando “f” avrà assolto il proprio compito: una volta degustato, anzi bevuto. Solo duemila esemplari, in vendita al costo di mille euro.

Soddisfatti Nico e Teresa Rossi, le due anime di Gualdo del Re: “Il progetto ‘f’, unico nel suo genere, è un articolo di lusso di grande valore che possiede tutte le carte in regola per diventare un simbolo della viticoltura italiana”.

L’azienda si estende su una superficie totale di circa 45 ettari, 25 dei quali vitati, con una densità di circa 6.500 piante per ettaro. A Gualdo del Re tutto segue i ritmi della natura, nel rispetto totale dei suoi cicli, e l’azienda è iscritta nell’elenco regionale degli operatori biologici.

Milano Design Week: il Merlot “f” di Gualdo del Re in vetro di Murano in 2 mila pezzi

Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment