Sigarette di contrabbando tra spumanti e panettoni per Natale: un arresto a Caserta

I cesti natalizi trasportati su un furgone, contenenti merce scaduta, hanno insospettito i finanzieri


CASERTA –
Nascondeva oltre una tonnellata di sigarette di contrabbando tra gli spumanti e panettoni per Natale. In manette un pregiudicato in provincia di Caserta. La merce, il cui valore è stato stimato in oltre 200 mila euro, è stata sequestrata assieme a un furgone. È successo venerdì, lungo l’autostrada A30 Caserta/Salerno, sul territorio del Comune di Maddaloni (CE).

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria hanno intercettato il mezzo, risultato noleggiato, intimandogli l’alt. A bordo due uomini – un italiano, F.L, classe 1961, e un serbo, B.V., classe 1970 – entrambi pregiudicati.

I due hanno esibito un documento di trasporto di panettoni, spumanti e dolciumi di Natale. Insospettiti, i militari hanno proceduto al controllo del vano merci, scoprendo oltre una tonnellata di sigarette, pari a circa 5 mila stecche, destinate ad alimentare il mercato illegale dell’hinterland napoletano.

Sul furgone, ma solo in piccola parte, anche torroni, cotechini, bottiglie di vino e spumanti come il Conte Fosco Cuvée Brut, Charmat di origine emiliana. Prodotti dolciari per lo più già scaduti e, dunque, certamente non destinabili ai rivenditori.

Le “bionde” si trovavano nella seconda parte del piano di carico. Ben 100 cartoni di stecche di sigarette della marca Nero Rosse, la cui presenza era nota solo all’italiano, per il quale è scattato l’arresto.

Si tratta delle cosiddette “cheap white“, tabacchi originali recanti marchi registrati nei rispettivi Paesi di produzione (Russia, Emirati Arabi Uniti, Cina e Ucraina) che non possono essere venduti in Italia o all’interno dell’Unione Europea. Risultano infatti non conformi ai parametri minimi di sicurezza previsti dalla normativa comunitaria.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria