Matteo Ascheri è il nuovo Presidente di Piemonte Land of Perfection

Fra le priorità la valorizzazione delle differenze e biodiversità di ogni singola denominazione

Matteo Ascheri è stato eletto Presidente di Piemonte Land of Perfection, il superconsorzio piemontese che dal 2011 offre ai consorzi di tutela un tavolo di confronto continuo dove individuare operatività e strategie comuni per valorizzare la produzione enologica regionale. Ad affiancare il Presidente del Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani ci saranno Filippo Mobrici e Paolo Ricagno, in qualità di vicepresidenti.

“Ringrazio i membri del Consiglio per la fiducia che hanno voluto accordarmi – dichiara il neopresidente – e verso i quali mi impegno fin da oggi a rappresentare pariteticamente tutto il comparto del vino piemontese, a prescindere dalle differenze che inevitabilmente esistono in una regione così ricca e composita come la nostra”.

L’affermazione della nostra produzione vitivinicola sul mercato nazionale e internazionale è una sfida che può essere vinta solamente evidenziando la grande ricchezza e biodiversità che si esprime in ogni singola denominazione piemontese”.

“Per questo – conclude Ascheri – nel proseguire il lavoro promozionale fin qui svolto dai miei predecessori, che ringrazio, punterò a dare a ogni denominazione la massima importanza, valorizzandone le peculiarità all’interno di quella casa comune del vino piemontese rappresentata da Piemonte Land”.

Attualmente Piemonte Land raggruppa tutti i quattordici consorzi riconosciuti dal Mipaaf, coprendo la quasi totalità della superficie vitivinicola regionale, pari a 44.200 ettari. Con la presenza di circa 20 vitigni autoctoni storici, si producono 17 Docg e 42 Doc che rendono il Piemonte una delle eccellenze del panorama enologico mondiale.

COMPOSIZIONE DEL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI PIEMONTE LAND OF PERFECTION

Presidente

  • Matteo Ascheri – Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani;

Vicepresidenti

  • Filippo Mobrici – Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato;
  • Paolo Ricagno – Consorzio Brachetto e Vini d’Acqui;

Consiglieri

  • Stefano Chiarlo – Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato;
  • Andrea Ferrero – Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani;
  • Andrea Fontana – Consorzio Nebbioli Alto Piemonte, in rappresentanza del Consorzio Vini Docg Caluso Doc Carema e Canavese, Consorzio Alta Langa, Consorzio Vini Colli Tortonesi, Consorzio della Freisa di Chieri e Collina Torinese, Consorzio dell’Ovada Docg, Consorzio Colline del Monferrato Casalese, Consorzio vini Pinerolese Doc;
  • Roberto Ghio – Consorzio del Gavi;
  • Massimo Marasso – Consorzio dell’Asti Docg;
  • Francesco Monchiero – Consorzio del Roero;
  • Giulio Porzio – Vignaioli Piemontesi;
  • Stefano Ricagno – Consorzio dell’Asti Docg;
  • Davide Viglino – Vignaioli Piemontesi;

Sindaco Revisore Unico

  • Antonino Dogliani

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria