INSI&ME in Franciacorta: un nuovo Festival per “gustare” il territorio

L’evento mette al centro gli chef locali e riscatta la “memoria storica” della nota area spumantistica

Si chiama INSI&ME in Franciacorta il nuovo Festival dedicato a winelovers e amanti della buona cucina e della cultura, in programma il 6, 7, 8 marzo 2020. Un’occasione unica di conoscere la Franciacorta sotto un nuovo punto di vista e visitarla in un periodo non convenzionale.

Protagonisti del Festival saranno gli chef franciacortini che realizzeranno pranzi e cene a quattro mani con colleghi provenienti da tutta Italia e dal mondo. Menù creativi (a partire da 45 euro), in cui la cucina tradizionale sarà mescolata ai sapori di altri luoghi, raccontati sapientemente nei piatti degli chef ospiti.

I ricercati abbinamenti, esaltati come sempre da un buon calice di Franciacorta, sapranno stupire anche i palati più raffinati. In alcuni dei ristoranti anche menù dedicati all’amico Vittorio Fusari, chef icona del territorio, scomparso prematuramente lo scorso gennaio.

“Il successo della Franciacorta – sottolinea Camilla Alberti, presidente della Strada del Franciacorta – è il risultato di un lavoro corale di uomini e donne che amano il loro territorio e con orgoglio presentano i frutti del loro lavoro, della loro fatica, ma soprattutto della loro passione”.

“Non esiste un grande vino senza un grande territorio – aggiunge Silvano Brescianini, presidente del Consorzio per la Tutela del Franciacorta – e c’è ancora moltissimo da fare per la sua valorizzazione e soprattutto per riscattare la memoria storica della Franciacorta”.

Tra gli obiettivi di INSI&ME in Franciacorta, quello di “portare i visitatori a riscoprire questi posti, a viverli e a conoscerli, perché rappresentano una grandissima risorsa, nonché una splendida testimonianza delle antiche origini del nostro territorio”, conclude Brescianini.

A far da cornice alla kermesse, non mancheranno le visite guidate e le degustazioni nelle cantine, accompagnate dall’assaggio dei prodotti tipici del Bresciano. Il nuovo progetto ha anche scopi benefici.

Sosterrà infatti la Fondazione Ant, devolvendo interamente il ricavato di alcuni appuntamenti organizzati per l’assistenza domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica. Il programma è online sul sito web del Consorzio.

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria