Foccacia di Recco, Speck e Prosciutto di Parma nel mirino dei carabinieri del Rac

Reparti Tutela Agroalimentare in azione in diverse province

Non si ferma l’attività di controllo dei Carabinieri dei Reparti Tutela Agroalimentare (R.A.C.). Nell’ultimo mese i militari si sono concentrati sulle verifiche dei prodotti ad Indicazione geografica e a Denominazione protetta. Sono state elevate sanzioni amministrative per 21.500 euro complessivi in tutta Italia.

Il nucleo di Torino, nelle provincie di La Spezia e Pavia, ha accertato in diversi panifici, pizzerie e ristoranti numerose violazioni al disciplinare di produzione della “Focaccia di Recco col formaggio Igp”.

Il carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare di Parma hanno invece posto sotto sequestro amministrativo 453 chilogrammi di prodotti a base di Speck, per un valore di mercato di 13.600 euro, che in etichetta presentavano indebitamente l’indicazione Geografica protetta “Speck Alto Adige Igp“. Un’operazione scattata nelle province di Trento e Bolzano.

In un prosciuttificio della provincia di Parma i militari hanno invece sequestrato 24 prosciutti del peso complessivo di 300 chili, per un valore di oltre 1300 euro.-La merce era stata prodotta senza rispettare il disciplinare di produzione del “Prosciutto di Parma Dop“. In particolare, nei documenti certificativi non era riportata la data di nascita dei suini utilizzati.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment