Derthona Due.Zero: l’Anteprima Timorasso 2018 apre a stampa e pubblico

Appuntamento venerdì 31 gennaio e sabato 1 febbraio per scoprire il grande bianco piemontese

TORTONA – Più semplice di così non può essere: un territorio, un vino, un vitigno. Ed è forse questo uno dei grandi motivi del successo del Timorasso, vino ambasciatore dell’Italia nel mondo. Il grande bianco piemontese sale in cattedra da domani con la prima edizione di Derthona Due.Zero, l’evento che il Consorzio Tutela Vini Colli Tortonesi ha organizzato per venerdì 31 gennaio e sabato 1 febbraio, con il patrocinio del Comune di Tortona e in collaborazione con la Strada del Vino e Dei Sapori Dei Colli Tortonesi.

La due giorni del Timorasso – noto appunto anche come Derthona, dall’antico nome della cittadina di 27 mila abitanti  alle porte di Alessandria – si terrà nella storica sede del Museo Orsi di Via Emilia, 446. Venerdì si apre con gli appuntamenti riservati alla stampa.

Alle 10.15 verrà presentata la proposta di disciplinare della nuova sottozona Derthona, appena approvata dal Consorzio. Saranno forniti gli elementi geografici e geologici per identificare le diverse aree della Denominazione.

Altro scopo del Consorzio di Tutela dei Colli Tortonesi è esaltare la capacità di invecchiamento del Derthona ed individuare, attraverso una masterclass dedicata, le caratteristiche trasferite al vino dai differenti terroir.

A Derthona Due.Zero sarà inoltre possibile assaggiare al banco di degustazione l’annata 2018 appena arrivata sul mercato, nonché le annate più vecchie incontrando i produttori al loro banco di assaggio. Nel pomeriggio di venerdì, dalle 15.30 alle 19.00, la manifestazione apre le porte al pubblico con ingresso libero e degustazioni a pagamento.

Il sabato dalle ore 10.00 alle 18.00 la manifestazione sarà aperta al pubblico con ingresso libero e degustazioni a pagamento. Alle ore 15.00 masterclass su prenotazione. Per informazioni: 392.0316625. Per prenotazioni: organizzazione@collitortonesi.com.

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria