Barman of the Year: Campari e il cinema protagonisti a Roma

Il 14 gennaio la finale della seconda edizione

Torna a Roma la Campari Barman Competition. La gara, rivolta ai bartender d’Italia e organizzata da Campari Academy – il centro di formazione e sperimentazione dedicato al mondo della mixology di Campari Group – si aprirà il 13 gennaio a Cinecittà con la semifinale a porte chiuse tra 14 semifinalisti.

Si chiuderà il giorno seguente, con l’evento speciale aperto al pubblico presso la suggestiva e storica location dello Spazio Vittoria (Via Vittoria Colonna, 11) a partire dalle ore 20:00, che vedrà trionfare il nuovo miglior barman dell’anno dopo unae gara a colpi di cocktail.

La competizione si è sviluppata da settembre 2019 ad oggi attraverso tre differenti fasi: la “pre-selezione” on line delle ricette da parte di una giuria composta da professionisti ed esperti di settore che ha decretato i partecipanti e una “selezione a tappe” direttamente sul territorio con presentazione della ricetta selezionata dalla giuria.

Le semifinali, in programma per tutta la giornata del 13, vedranno sfidarsi i 14 migliori bartender, che presenteranno alla giuria le proprie idee fresche e innovative in tema di cocktail, ovviamente a base di Campari.

A superare questa penultima sfida saranno solo i 3 migliori, coloro che avranno accesso alla finale del 14 gennaio. Un evento unico, glamour ed esclusivo, aperto a tutti gli appassionati e che decreterà il miglior bartender italiano per Campari, il Campari Barman of the Year.

A condurre la sfida finale saranno l’attrice, imitatrice, conduttrice televisiva e radiofonica Brenda Lodigiani e il bartender Claudio Perinelli.

Protagonista assoluto e tema ricorrente di quest’anno della competizione il cinema, arte con cui il brand intrattiene un legame molto forte, confermato lo scorso anno anche dall’esclusiva presenza alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica – La Biennale di Venezia.

Roma farà quindi da cornice speciale alle semifinali e alla finale della competizione organizzata dalla Campari Academy. La città eterna è infatti da sempre simbolo del cinema italiano, nonché fonte d’ispirazione per il cinema internazionale.

Il tema del cinema ricorrerà in tutti gli allestimenti della grande finale del 14 gennaio, dove verrà, inoltre chiesto ai tre finalisti bartender di preparare un esclusivo cocktail ispirato a Red Diaries, la celebre serie di short movie di Campari diretti nei diversi anni da registi del calibro di Matteo Garrone, Paolo Sorrentino e Stefano Sollima.

Per il vincitore che conquisterà il titolo “Campari Barman of the year 2020” sono in palio un percorso di collaborazione con Campari Academy lungo un anno che comprende un master di specializzazione sul brand Campari, un tour di guest bartending nei migliori locali italiani ed esterni.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria