Vino Frizzante Terre Siciliane Igt 2017 biologico Voria Bianco, Porta del Vento

Il rifermentato di Marco Sferlazzo, da uve Catarratto

Vino Frizzante Terre Siciliane Igt 2017 biologico Voria Bianco, Porta del Vento Porta del Vento, creatura di Marco Sferlazzo, è ormai una realtà ben conosciuta nel panorama dei vini siciliani. Sotto la lente di ingrandimento, il Vino frizzante Terre Siciliane Igt 2017 biologico Voria Bianco.

Si tratta di uno dei rifermentati di casa Porta del Vento, all’ingresso di una linea che comprende anche un orange, un rosé e un rosso da uve coltivate in regime bio e biodinamico. Siamo a 550 metri sul livello del mare, nella zona di Camporeale, in provincia di Palermo.

In particolare, il Vino frizzante Terre Siciliane Igt 2017 biologico Voria Bianco è ottenuto da uve di Catarratto in purezza, raccolte a mano in piccole cassette. Nel calice si presenta di un giallo luminoso e torbido, rispecchiando la scelta di Mario Sferlazzo e di Porta del Vento di non filtrare e non degorgiare il vino, lasciando i lieviti in bottiglia.

È limpidissima, invece, l’immagine del Catarratto che riesce a restituire Voria Bianco, in un calice che rivela un’ottima tipicità. Ecco dunque le note floreali e fruttate del vitigno, tra l’esotico e l’agrumato. Perfetta la corrispondenza gusto olfattiva, con la beva solleticata da bollicine della giusta grana.

In bocca sono freschezza e sapidità a farla da padrona, prima di una chiusura a metà tra il pompelmo rosa e la mandorla amara. Voria Bianco di Porta del Vento è perfetto anche da solo, ben fresco. Ma accompagna bene piatti semplici, specie a base di pesce, oltre alle carni bianche.

® Riproduzione riservata

sostieni winemag.it

Siamo una testata indipendente gratuita, ma il nostro lavoro ha un costo che la pubblicità fatica a ripagare.
Se credi nell'informazione libera e in un nuovo modo di raccontare il vino italiano, sostienici con un euro al mese.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria