Malvasia Day 2021 a Salina: la decima edizione celebra la viticoltura eroica

La prima del Consorzio di tutela

Cresce l’attesa a Salina per la decima edizione del Malvasia Day, evento dedicato alla viticoltura eroica delle isole Eolie. Quella del 20 luglio 2021 sarà la prima organizzata dal Consorzio di tutela della Malvasia, dopo le edizioni presso la Tenuta di Capofaro della famiglia Tasca d’Almerita.

Sarà una festa dedicata ad un vino leggendario per storicità, ma anche per la capacità di rappresentarne l’identità culturale, viticola ed enologica delle isole Eolie. Con il Malvasia Day 2021 riparte in Sicilia anche il progetto di valorizzazione del turismo e della ristorazione.

LE CANTINE ADERENTI AL MALVASIA DAY 2021

Sarà possibile degustare i vini delle cantine Barone di Villagrande, Caravaglio, Colosi, D’Amico, Fenech, Hauner, Punta Aria, Tenuta Capofaro e Virgona. Per la prima volta aderiscono anche Barbanacoli, Eolia e Tenuta di Castellaro.

«Inaugureremo il Malvasia Day 2021 affrontando il tema della storia della vitigno e il suo indissolubile legame con il territorio», sottolinea Mauro Pollastri, presidente del Consorzio Malvasia delle Lipari.

Con la narrazione della nostra Doc, insieme ai nostri ospiti e produttori, vogliamo suggerire alcuni spunti utili ad interpretare il futuro che ci attende con un occhio globale, puntando su promozione e valorizzazione sia in Italia che all’estero».

SALINA E ISOLE EOLIE SI RILANCIANO

«Un’edizione – aggiunge il vicepresidente del Consorzio, Ivo Basile – che afferma il valore di un’economia sana, che trova il supporto di viticoltori esperti e un rinnovato slancio per l’ottenimento dell’Erga Omnes».

Il Consorzio potrà svolgere funzioni di tutela e sviluppo della denominazione, per un “vigneto Eolie” piccolo, costoso, e che non può non crescere guardando al valore a alla rete tra i produttori».

Alle parole di Ivo Basile si aggiungono quelle di Carlo Hauner, ex Presidente del Consorzio: «L’Erga Omnes ha dato slancio al territorio e quanto seminato negli anni sta portando i suoi frutti, in comparti diversi».

® Riproduzione riservata

sostieni winemag.it

Siamo una testata indipendente gratuita, ma il nostro lavoro ha un costo che la pubblicità fatica a ripagare.
Se credi nell'informazione libera e in un nuovo modo di raccontare il vino italiano, sostienici con un euro al mese.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria