La Lombardia di “GranGusto”: “Carta dei Formaggi” nei ristoranti dell’Unione Cuochi

Il progetto è stato presentato ieri durante “Forme 2019”


Regione Lombardia
e Associazione Unione Cuochi Regione Lombardia insieme per il progetto “GranGusto”, che prevede la realizzazione di una “Carta dei Formaggi” consultabile online. Un viaggio tra i sapori delle Dop lombarde, con immagini e video coinvolgenti per il pubblico. Protagonisti anche i ristoratori della Lombardia, al fine di promuovere un’offerta gastronomica capace di valorizzare i formaggi lombardi.

La presentazione della “Carta dei Formaggi” della Lombardia è avvenuta ieri sera nell’ambito di Forme 2019, la rassegna internazionale dedicata all’arte casearia. L’obiettivo è raggiungere nei prossimi mesi un numero significativo di 500 imprese di settore che aderiranno al progetto.

GranGusto di Lombardia promuove la diffusione nei ristoranti di un carrello o di una proposta di degustazione guidata di formaggi lombardi, dai prodotti a marchio Dop fino ai prodotti di nicchia dei piccoli produttori.

Per supportare i clienti nella conoscenza dei formaggi, l’Unione cuochi ha predisposto una piattaforma web che propone contenuti multimediali disponibili su smartphone e tablet. Basterà inquadrare un qr-code presente nel menu o sulla carta delle vivande.

Durante gli assaggi sarà così possibile scoprire le caratteristiche organolettiche, i territori di produzione e le unicità del formaggio che si sta per degustare. Riconoscendo al meglio il prodotto e potendolo così riacquistare per un consumo domestico sempre più attento a tipicità e qualità.

La Lombardia – ha dichiarato Fabio Rolfi (nella foto sopra) assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia – vanta 14 formaggi Dop su 50 nazionali. Produciamo il 44% del latte italiano. Siamo la regione regina in ambito caseario a livello mondiale. Vogliamo promuovere le nostre eccellenze anche grazie ai nostri chef, dei veri e propri ambasciatori della cucina lombarda”.

“Nel mercato della ristorazione emerge la necessità di nuovi modi per valorizzazione, dal punto di vista culturale e gastronomico, i formaggi della nostra regione. Per questo – ha concluso Rolfi nel suo intervento a Forma 2019 – ringrazio l’Unione cuochi Regione Lombardia per aver avuto la sensibilità di credere in questo progetto e nei prodotti del nostro territorio. Abbinare la qualità dei prodotti all’innovazione tecnologica sarà una scelta vincente”.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria