GoVolcanic: a Budapest il summit europeo dei vini vulcanici. C’è anche l’Italia

WineMag.it seguirà l’evento in presa diretta, dalla capitale dell’Ungheria

BUDAPEST – Per la prima volta in Europa, gli appassionati di vini vulcanici, geologia, rocce, minerali e gastronomia possono unirsi sotto lo stesso tetto. GoVolcanic, in programma dal 29 novembre all’1 dicembre a Budapest, in Ungheria – più esattamente all’Holdudvar della Margitsziget, l’isola Margherita sul fiume Danubio, tra Buda e Pest – è uno degli eventi più singolari del panorama europeo del 2019, giocato sul trinomio “Vino – Cibo – Esperienza”. WineMag.it seguirà l’evento in presa diretta, nella capitale ungherese.

Il concept dell’evento è del tutto nuovo e si basa su fasce orarie assegnate. Il biglietto di ingresso offre ai partecipanti cinque ore di degustazione, il tempo di passeggiare o partecipare ai seminari (maggiori dettagli sul sito web dell’evento).

Il sistema mira a garantire una distribuzione uniforme delle persone, evitando folle e code e offrendo ai partecipanti un’esperienza, in cui possono concentrarsi sulla degustazione anziché sul bere, mangiare del buon cibo, imparare e divertirsi in un ambiente rilassato.

Oltre alla degustazione di vini, i partecipanti possono incontrare alcuni dei più acclamati esperti europei e ungheresi durante i seminari di geologia. E assistere a un’esibizione accademica su rocce e minerali.

L’obiettivo del team GoVolcanic è quello di “creare un evento che rompesse il circolo infinito delle feste del vino e dei mercati gastronomici prima delle festività natalizie e di fornire una piattaforma di due giorni per coloro che non solo desiderano assaggiare vini o cibi deliziosi, ma anche conoscere i magici paesaggi vulcanici“.

Ci saranno oltre 40 produttori ungheresi presenti all’evento da Mátra, Tokaj, Somló, Bükk, Balaton, Ménes e Szerémség, oltre a un numero di cantine che l’organizzazione descrive come “sconosciute” e “straordinarie”.

Tra queste Obsidian Ridge Wines, nota azienda vinicola dalla California. Spazio anche all’Italia con i vini dell’Etna, del Vulture, di Soave e dei Monti Lessini. Per l’estero: Isole Canarie, Azzorre, Slovenia e Francia. Ampio spazio anche ai vini del Tekov della Slovacchia.

Tra i relatori di GoVolcanic ci saranno alcuni tra i più acclamati esperti di vino mondiali, produttori, ristoratori, scrittori, geologi e scienziati. GoVolcanic si propone come evento di caratura internazionale, con programmi disponibili sia in inglese che in ungherese.

Si potrà assistere ai seminari di John Szabo, Elizabeth Gabay MW, Ágnes Herczeg, David Moore, Sue Tolson, Alder Yarrow, Adam Gollner, Roland Velich, Janos Arvay, Lajos Takacs e Zoltan Balogh. Ospite d’onore sarà Imre Gyorgykovacs, enologo di Somlo.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria