Alla cantina La Marca il più grande impianto europeo di azoto per il Prosecco

Accordo raggiunto tra la cantina trevigiana e Air Liquide Italia: potenza di 600 m3 all’ora


È stato realizzato a Oderzo, in provincia di Treviso, l’impianto per la produzione di azoto più grande d’Europa presente in un’azienda vitivinicola. Si tratta di La Marca Vini e Spumanti, che può così ottimizzare la produzione del suo Prosecco Doc e del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.

Una realtà che riunisce 9 cantine cooperative trevigiane, per un totale di 4500 viticoltori e 13 mila ettari coltivati. Air Liquide Italia ha siglato con La Marca un contratto a lungo termine e realizzato il sito di fornitura.

L’impianto consente di triplicare la quantità di azoto destinata alla cantina, per un volume pari a 600 metri cubi di all’ora. Sarà utilizzato per applicazioni di inertizzazione, un processo utile a evitare il contatto del vino con l’ossigeno presente nell’aria, al fine di preservarne le qualità originali ed evitare ossidazioni.

Evidenti benefici anche per la popolazione locale e per l’ambiente. La produzione di azoto, direttamente sul posto, consentirà infatti l’eliminazione di circa 100 camion che precedentemente trasportavano il gas su strada.

Air Liquide è orgogliosa di far parte di questo progetto – commenta Francesco Agostino, Direttore generale di Air Liquide Italia – e di collaborare con un leader del settore vinicolo come La Marca. Questo accordo a lungo termine e gli investimenti nel Veneto dimostrano ulteriormente la forte posizione di Air Liquide nel mercato Food & Beverage e il suo impegno nel fornire ai clienti soluzioni sostenibili e di alta qualità per soddisfare le loro crescenti esigenze”.

Air Liquide propone infatti alle aziende del settore “Aligal”, una gamma completa di gas puri e miscele di gas che preservano il colore naturale e il sapore di cibi e bevande freschi, inibendo al contempo il deterioramento dovuto a ossidazione, batteri e muffe. Una linea conforme alla norme ISO 9001: 2015 (trasporto, stoccaggio e consegna) e Haccp, per la sicurezza igienica degli alimenti.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria