All’asta il Montepulciano d’Abruzzo Emidio Pepe 1993, 1998 e 1979

Da Zachys a New York: annate non più sul mercato da quasi un decennio, provenienti dalla cantina

All’asta i tesori di Emidio Pepe a New York. Il 14 novembre 2020, alcune annate rare di Montepulciano d’Abruzzo come la 1993, 1998 e la 1979 saranno battute dalla casa d’aste americana Zachys, con la possibilità di assistere alla diretta. Si tratta di vendemmie non più in vendita da quasi un decennio, provenienti dalla cantina abruzzese.

Cuore pulsante di questa asta è un formato speciale Montepulciano d’Abruzzo 1985, da 4,5 Lt. Il Rehoboam in questione era stato messo sul mercato da Emidio a metà degli anni ’90 per un cliente e poi ritirato.

Per rendere l’esperienza ancora più speciale, il lotto di uno di quei grandi formati prevede anche un weekend in Abruzzo in compagnia dell’autore di libri di cucina e chef Mimi Thorisson, che ama l’Abruzzo e sarà protagonista di un laboratorio di cucina e degustazione a Casa Pepe.

I fortunati vincitori del lotto avranno la possibilità di vedere da dove provengono quelle bottiglie, incontrare chi le ha realizzate e comprendere a fondo la filosofia della cantina.

Per la prima volta sarà battuto all’asta anche il Montepulciano d’Abruzzo 2015 Selezione Vecchie Vigne di Emidio Pepe. Si tratta del Montepulciano più raffinato e capace di garantire il lungo affinamento, da 3 diversi vigne. In particolare: Casa Pepe (piantata nel 1974), Branella (1971) e Daniela (2004) che mostrano caratteristiche molto diverse.

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria