ProWine China 2020 più forte del Covid: 22.542 visitatori, +9,2% rispetto al 2019

Bilancio positivo per la Wine & Spirits Trade Fair andata in scena a Shanghai dal 10 al 12 novembre

ProWine China più forte del Covid: 22.542 visitatori, +9,2% rispetto al 2019

ProWine China 2020 sbanca e va (forse) persino oltre alle più floride attese, ai tempi del Covid-19. Sono stati ben 22.542 i visitatori professionali che hanno visitato la Wine & Spirits Trade Fair a Shanghai, dal 10 al 12 novembre. Vale a dire il 9,2% in più rispetto all’edizione 2019.

Da segnalare la “massiccia presenza di visitatori locali“, provenienti da Pechino, Guangdong, Sichuan, Hainan, Shandong, Liaoning, Mongolia Interna e Macao. Sull’agenda della casa madre tedesca Messe Düsseldorf, c’è già un appuntamento sottolineato e in grassetto: quello del 9-11 novembre 2021, sempre in Cina.

Secondo quanto riferiscono gli organizzatori, sono stati 400 i produttori e distributori di vino intervenuti alla tre giorni di Shanghai, provenienti da 17 Paesi. Date le restrizioni all’ingresso in Cina, Prowine ha mantenuto “una comunicazione continua con i padiglioni e gli espositori d’oltremare”.

Overseas organization, local support“. Questo il claim utilizzato per sintetizzare l’approccio e aggirare le misure anti Covid-19. “Abbiamo promosso attivamente il modello di ‘organizzazione oltremare, supporto locale’ e, in questo modo, abbiamo consentito a molte aziende vinicole internazionali di poter partecipare a ProWine China 2020 tramite le loro filiali o importatori locali in Cina, dimostrando il loro impegno per il mercato cinese”.

Michael Degen, Direttore Esecutivo, Messe Düsseldorf GmbH, esprime soddisfazione: “Organizzare ProWine China 2020 nei tempi previsti durante l’epidemia è stata quest’anno più impegnativo che mai. Siamo lieti che l’evento mantenga la sua caratteristica internazionale e speriamo che il suo successo porti a nuove opportunità per la promozione nell’era post-epidemia nel settore dei vini e degli alcolici”.

Vino, Wine & Spirits Ukraine e ProWine Shanghai: così le fiere battono Covid-19

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria