Il vino italiano arranca negli Usa: crescita della Francia (quasi) cinque volte superiore

A winemag.it le anticipazioni dei dati dell’Osservatorio Vinitaly Nomisma Wine Monitor


Sono preoccupanti le performance del vino italiano negli Usa. Secondo dati in possesso di WineMag.it, che dovrebbero essere diffusi dall’Osservatorio Vinitaly Nomisma Wine Monitor, l’Italia risulta sotto media. La crescita a valore è a +3%, contro una media import vicina a +8%. La Francia quintuplica (quasi) il dato italiano, a +14%.

I dazi potranno cambiare le carte in tavola. Ma il report di mercato dice che, ad oggi, quella italiana è la crescita minore tra i top 6 fornitori. Se confermato, il dato dell’Osservatorio Vinitaly Nomisma Wine Monitor fotografa una situazione in bianco e nero per il vino italiano negli Usa.

Confermato infatti il consueto aumento in doppia cifra degli spumanti (+10,6%). Ma a preoccupare è la sostanziale stagnazione dei vini fermi imbottigliati, che negli Usa non vanno oltre un incremento dell’1,2%.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria