Calabria, rubati 100 mila euro di attrezzature alla Coop Terre Grecaniche di Palizzi

Dura condanna da parte del Consorzio Macramè: “La malavita ci preoccupa ma non ci ferma”

Non basta l’emergenza Covid-19 a mettere in ginocchio la viticoltura in Italia. In Calabria, per l’esattezza nella parte meridionale della regione, a Palizzi (RC) ignoti hanno rubato tutte le attrezzature della Cooperativa Agricola Terre Grecaniche, per un valore complessivo di oltre 100 mila euro. L’episodio, avvenuto nelle scorse settimane, è stato reso noto solo nelle ultime ore.

A commentare il furto è Giancarlo Rafele, presidente del Consorzio Macramè e della cooperativa sociale Kyosei di Catanzaro, oltre che coordinatore delle cooperative sociali di Legacoop Calabria, che operano su terreni confiscati alla mafia tra Melito Porto Salvo e Rosarno.

“In Calabria – scrive Rafele – c’è un virus più pericoloso e letale del Covid-19. È quello della malavita. Ne sono affetti i farabutti che nelle settimane scorse hanno rubato ogni cosa alla cooperativa agricola Cooperativa Agricola Terre Grecaniche di Palizzi”.

Macchine ed attrezzature che servivano per lavorare quelle terre nel cuore dell’area grecanica spesso abbandonate al loro destino, che poi è il nostro. Terre il più delle volte di dominio dei clan locali. Ma noi vogliamo berlo ancora il loro vino Aranghìa, il loro Calanchi, il loro olio extravergine di oliva. Noi vogliamo ancora continuare a lavorare insieme a loro per costruire quella filiera agricola che stava prendendo forma”, continua Rafele.

“Quest’ennesimo atto di potere criminale ci preoccupa ma non ci ferma. A loro risponderemo ancora una volta con il potere dell’impegno e della comunità responsabile. Risponderemo con un ‘noi’ che ci vede impegnati in tanti percorsi di giustizia e di economia sana. Noi non li lasceremo soli a Gianni, Salvatore, Nino”.

L’appello del dirigente continua: “Non li lasceremo soli perché loro hanno deciso di aprire la finestra su quelle terre per cambiare l’aria. Per sbarazzarsi dell’invidia, dell’ignoranza, della diffidenza, dell’approssimazione, della malavita”.


“Noi non li lasceremo soli perché, come noi, si erano messi in testa di essere felici. Non altrove, non un domani, ma qui e ora. Non li lasceremo soli perché nessun virus potrà mai sconvolgermi tanto quanto la voce stremata di Gianni, Nino e Salvatore. Ce la farete, ce la faremo”, conclude il presidente del Consorzio Macramè.

La Cooperativa Terre Grecaniche alleva vigneti a 200 metri sul livello del mare. Nerello Mascalese, Calabrese, Alicante, Syrah, Chardonnnay e Guardavalle le varietà presenti a Palizzi, utili alla produzione di vini bianchi, rosati e rossi.

Dello stesso autore

Sostieni WineMag.it

Sostieni winemag, voce libera e indipendente della cronaca enogastronomica italiana

Altri articoli dalla stessa categoria