Vino al supermercato for dummies: addetti, date il giro alle vendemmie! (video)

Non “dare il giro” alle vendemmie del vino è uno degli errori più comuni degli addetti dei supermercati. Ecco nel video una dimostrazione, all’interno di un ipermercato Auchan della provincia di Milano.

La vendemmia 2016 di questo vino bianco Soave di Cantina Bolla (gruppo GIV) è sul fondo dello scaffale, mentre la 2017 è in pole position per l’acquisto da parte dei clienti. Avremmo invece dovuto trovare la situazione opposta, un po’ come accade per la data di scadenza delle brioche o dell’insalata.

La regola di caricamento della merce è definita in logistica first in-first out (FIFO). Nello specifico, il vino della vendemmia 2016, arrivato al punto vendita prima della vendemmia 2017 (first in) è il primo da mettere a disposizione dei clienti sullo scaffale (first out).

Il “giro delle vendemmie” è fondamentale per tutti i vini, ma si rende ancora più necessario per gran parte delle etichette di vino bianco, che non si prestano all’invecchiamento.

In caso contrario rischiano di rimanere a scaffale vini poco gradevoli (soprattutto bianchi) che danneggiano l’immagine del produttore e della stessa insegna Gdo, già sommersa da mille altri stereotipi allucinanti (e ignoranti) sul “vino al supermercato”.

LE VERTICALI INATTESE
Va detto, d’altro canto, che il mancato “giro delle vendemmie” regala ai clienti più attenti e preparati anche sorprese inattese. Come quella che vi abbiamo raccontato a luglio dello scorso anno.

Protagonista sempre un punto vendita Auchan, nel quale gli addetti hanno “dimenticato” sul fondo dello scaffale diverse bottiglie di vecchie annate di Chateauneuf du Pape. Un vino francese perfetto per essere consumato a diversi anni dalla vendemmia. Ecco com’era andata l’inattesa “verticale” 2009-2014.

http://www.vinialsupermercato.it/verticale-chateauneuf-du-pape-auchan-vino-supermercato-emozioni/

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment