Pinocchio, il nuovo vino di Piccini 1882 sugli scaffali Carrefour

La famiglia toscana festeggia 140 di storia con un Rosso “Ricetta Italiana”, da bere fresco

Pinocchio, il nuovo vino di Piccini 1882 sugli scaffali Carrefour da agosto vino rosso d Italia ricetta italiana

Si chiama Pinocchio il nuovo vino di Piccini 1882, disponibile a breve nei supermercati Carrefour, dopo aver fatto il suo esordio sugli scaffali di Aspiag-Despar, Supermercati Moderna, Supermercati Piccolo (Campania), Iper Montebello, Autogrill e online (Vino.com ed e-shop Piccini).

Una “Ricetta Italiana“, come recita l’etichetta del nuovo Vino rosso d’Italia di Piccini, con la quale la famiglia toscana celebra i propri 140 di storia, da «ambasciatrice del vino italiano» in 80 Paesi del mondo.

«Pinocchio – commenta Mario Piccini, Amministratore delegato di Piccini 1882 – è uno dei volti più conosciuti del nostro Paese. Le sue avventure hanno accompagnato la nostra infanzia e ancora oggi riescono a strapparci un sorriso. Con questo progetto, vogliamo rendere omaggio ad uno dei simboli della cultura italiana, proponendo un vino fresco e brioso, come l’indole di Pinocchio».

VINO ROSSO D’ITALIA PINOCCHIO PICCINI: LA DEGUSTAZIONE

Caratterizzato da un palato dove si riconoscono spiccatamente fragole, more e frutti di bosco, Pinocchio di Piccini si sposa alla perfezione con antipasti, primi di terra e zuppe di pesce.

Al naso si percepiscono anche aromi agrumati, speziati ed erbe aromatiche. La morbidezza e freschezza di questo vino si esalta con le basse temperature, rendendo questo vino un accompagnamento ideale per gli aperitivi della stagione estiva che ha appena preso il via.

«Abbiamo pensato a questo vino come a un autentico viaggio attraverso tre regioni d’Italia – continua Mario Piccini – raccontando l’anima genuina di questo Paese, arricchita dalla “Ricetta italiana” della famiglia. Dopo la vendemmia, le uve di Sangiovese toscano, Sangiovese di Romagna e Negroamaro della Puglia vengono sottoposte a una pressatura soffice. Il mosto subisce una breve macerazione sulle bucce, esaltandone il profilo fruttato e la rotondità».

PINOCCHIO, IL VINO PRENDE FORMA

Le forme panciute della bottiglia ricordano gli antichi fiaschi della tradizione, rendendo omaggio alle comuni radici toscane di Pinocchio e della famiglia Piccini. «Con la sua spiccata identità – commenta ancora Mario Piccini – Pinocchio risponde ad una sola parola d’ordine: unicità».

La nuova etichetta è il frutto della cosiddetta “Ricetta Italiana”, messa a punto dalla famiglia Piccini con l’obiettivo è «creare un prodotto fresco e moderno». La famiglia italiana del vino traccia così una nuova rotta: «Creare vini iconici, declinati secondo la nostra formula».

Pinocchio interpreta al meglio il nuovo orizzonte disegnato dalla cantina toscana di Casole d’Elsa (SI), veicolando i valori in cui Piccini crede da 140 anni, sotto il segno della convivialità e della condivisione.

® Riproduzione riservata

sostieni winemag.it

Siamo una testata indipendente gratuita, ma il nostro lavoro ha un costo che la pubblicità fatica a ripagare.
Se credi nell'informazione libera e in un nuovo modo di raccontare il vino italiano, sostienici con un euro al mese.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria