Nobile e Rosso di Montepulciano, tutto pronto per l’Anteprima. All’insegna dell’enoturismo internazionale

Da 23 anni è il grande evento del territorio dedicato al Vino Nobile di Montepulciano. Dal 13 al 15 febbraio torna dunque l’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano, che nel 2016 segna il record di partecipazioni da parte delle aziende: 44 quest’anno. L’obiettivo? Far conoscere le nuove annate di vini in commercio: il Vino Nobile 2013 (annata a 4 stelle) e la Riserva 2012 (cinque stelle, il massimo). Una passerella internazionale per il pregiato rosso Docg. E il Consorzio del Vino Nobile ha voluto, per il secondo anno consecutivo, aprire le porte anche al pubblico. L’Anteprima avrà luogo come al solito all’interno della Fortezza di Montepulciano, a pochi passi da Piazza Grande, e rappresenterà il pretesto ideale per scoprire un borgo incantevole e ricco di sorprese per chi ancora non ha avuto l’occasione di conoscere questa parte della Toscana. Per l’occasione, infatti, tutta la città parteciperà alla festa con un concorso, “Le Belle Vetrine”, riservato ai commercianti per la vetrina a tema più bella e originale e un aperitivo imperdibile da gustare nelle rinomate enoteche di Montepulciano.

IL PROGRAMMA
Il programma parte sabato 13 febbraio, dalle 14 alle 18.30, prosegue domenica 14 febbraio, dalle 11 alle 18.30, infine la giornata di lunedì 15 febbraio comincerà alle 9 e terminerà alle 17. I banchi d’assaggio in Fortezza ospiteranno appunto 44 aziende produttrici, tutte pronte a far conoscere le proprie produzioni, Nobile e Rosso di Montepulciano in testa. Dopo il successo dell’esperimento dello scorso anno, quando per la prima volta si era deciso di aprire al pubblico, il 2016 sarà l’anno degli appassionati. Sono attesi a migliaia nei tre giorni di Anteprima. Non è un caso d’altronde che il Consorzio abbia deciso di aprire al grande pubblico. A Montepulciano infatti l’enoturismo rappresenta una risorsa fondamentale per tutto l’indotto legato al vino. Nel 2015 sono stati quasi 300 mila i visitatori di almeno una cantina a Montepulciano. Un punto strategico è inoltre l’Enoteca del Consorzio del Vino Nobile, una tra le prime in Italia, dalla quale passano ogni anno circa 5 mila appassionati e di questi oltre 2 mila degustano, mentre almeno il 40% acquista. Tra le provenienze si consolidano gli Stati Uniti, seguiti da tedeschi, olandesi ed italiani. Riconfermata la presenza di turisti francesi, belgi e svizzeri. Inoltre si è registrata una buona affluenza da paesi “emergenti”, almeno per il turismo toscano, quali Portogallo, Polonia, Repubblica Ceca, Danimarca, Canada e Giappone.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment