Maremma Doc Vermentino 2019 “Lucumone”, Fattoria Mantellassi

4 out of 5 stars (4 / 5) Un vino di grande immediatezza e dal corpo leggero per una bevuta marina e rinfrescante. Queste le caratteristiche del vino oggi sotto la nostra lente di ingrandimento: il Maremma Doc Vermentino 2019 Lucumone” di Fattoria Mantellassi.

Siamo in Toscana, nella parte meridionale. Per l’esattezza in Maremma, patria del Morellino di Scansano così come del Vermentino, di fatto i vini più noti di questa zona vinicola.

LA DEGUSTAZIONE
Il Maremma Doc Vermentino Lucumone si presenta nel calice giallo paglierino tenue. Il naso è intenso e tipicamente varietale. Tra la pesca, la susina e i frutti esotici non manca una vena agrumata fresca e in sottofondo note erbacee tipiche della macchia mediterranea.

Al palato è il classico vino “un sorso chiama l’altro”, complice la vivace sapidità che è però ben bilanciata dalle morbidezze. Di buona persistenza è il vino ideale per un aperitivo estivo scanzonato, magari bordo piscina.

Ma di fatto, in cucina, il Vermentino Lucumone è molto versatile e si presta a tutto pasto, con piatti base di pesce o frutti di mare. Da servire fresco ad una temperatura compresa tra gli 8 e i 10 gradi anche se il vino non si scompone con qualche grado in più.

LA VINIFICAZIONE
Prodotto con uve 100% Vermentino allevate in collina su terreni calcareo tufacei. La resa di produzione è di 80 quintali per ettaro. Dopo una pressatura soffice con resa intorno al 60% il vino fermenta a temperatura controllata e poi affina in vasca per un due mesi prima di essere imbottigliato.

Fattoria Mantellassi si trova a Magliano in Toscana, nel cuore della Maremma ed ha appena compiuto sessanta anni. Azienda storica del territorio ha contribuito alla creazione della Doc Morellino nel 1978.

Prezzo: 9,90 euro
Vino destinato alle enoteche ma reperibile in selezionatissimi punti vendita della Toscana

® Riproduzione riservata

sostieni winemag.it

Siamo una testata indipendente gratuita, ma il nostro lavoro ha un costo che la pubblicità fatica a ripagare.
Se credi nell'informazione libera e in un nuovo modo di raccontare il vino italiano, sostienici con un euro al mese.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria