Fratelli Martini venduta a un fondo? C’è anche la pugliese Latentia Winery

Rumors tra il Piemonte e la Puglia

Fratelli Martini venduta a un fondo C'è anche la pugliese Latentia WineryLa Fratelli Martini venduta a un fondo, con un ruolo di primo piano per la pugliese Latentia Winery. Per ora solo rumors attorno a una delle aziende del vino italiano più quotate e conosciute a livello internazionale. La nuova società potrebbe chiamarsi ML – Martini Latentia.

A guidarla, nel ruolo di amministratore delegato, potrebbe essere l’attuale ad della cantina di Laterza (TA), Fedele Angelillo. Sempre secondo voci non ancora controllate, le quote di maggioranza della “nuova” Fratelli Marini sarebbe in mano a un fondo, che vede la partecipazione di Latentia Winery Spa.

L’azienda di Cossano Belbo (AT) è stata fondata nel 1947 da Secondo Martini, assieme al fratello Luigi Martini. Nel 1971, l’ingresso di Gianni Martini consente all’azienda di affacciarsi sui mercati esteri. Inizia a metà degli anni Settanta quella che il colosso definisce «la conquista del globo», che porterà la Fratelli Martini Secondo Luigi Spa a diventare la grande realtà odierna.

LA STORIA DI FRATELLI MARTINI

Negli anni Ottanta la consacrazione internazionale. I mercati esteri riconoscono qualità e appeal dei prodotti della famiglia Martini e l’export cresce fino a raggiungere quota 70%. Nel 1994, le famiglie di conferitori di uve provengono ormai da tutto il basso Piemonte.

Secondo e Gianni decidono di creare «un solo, grande evento annuale che li veda protagonisti con l’azienda». Nasce così la prima Festa del Moscato, che va a sostituire i tre eventi locali precedentemente in voga. Nel 2002, con l’obiettivo ambizioso di «creare il primo vero brand italiano di vino», viene lanciato in Uk il marchio Canti.

Quattro anni dopo, nel 2006, viene inaugurato il “Magnificat“. Si tratta della cantina d’invecchiamento dell’azienda, vera e propria «cattedrale eretta in onore del vino, un luogo magico, dove il tempo è sospeso».

NUOVO CORSO AL FIANCO DI LATENTIA WINERY?

Nel 2011, entra in azienda la giovane Eleonora Martini. Nel 2013 parte l’ambizioso progetto di ampliamento stabilimento e ammodernamento impianti esistenti del quartier generale di Cossano Belbo.

Penultima tappa della storia gloriosa di Fratelli Martini nel 2015, con l’inaugurazione della cantina storica, sotto all’abitazione della famiglia Martini. Oggi, la notizia che potrebbe cambiare il corso dell’azienda piemontese, con l’ingresso nella cabina di regia di un’altra azienda – Latentia Winery Spa – che ha fatto dell’internazionalizzazione il proprio caposaldo.

Tra le nuove frontiere, la possibilità di sfruttare gli stabilimenti vitivinicoli in Puglia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, attraverso i marchi Ca’ di Prata (Conegliano-Valdobbiadene Docg, Prosecco Doc, Ribolla Gialla), Novantaceppi (Primitivo di Manduria, Nero di Troia, Montepulciano d’Abruzzo e Pinot Grigio), Zardetto (Prosecco Doc e Docg) e Val Passo (Primitivo, Cabernet Sauvignon).

® Riproduzione riservata

sostieni winemag.it

Siamo una testata indipendente gratuita, ma il nostro lavoro ha un costo che la pubblicità fatica a ripagare.
Se credi nell'informazione libera e in un nuovo modo di raccontare il vino italiano, sostienici con un euro al mese.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria