Enoturismo: Gallipoli capitale della Puglia con la “nuova” Cantina Coppola. Vino, camping e ristorante gourmet

GALLIPOLI – Enoturismo. Una delle parole più inflazionate in Italia. Un vocabolo bellissimo, ma spesso accostato a ciò che manca o che si promette. Più che a ciò che esiste già.

Non è così per Cantina Coppola 1489, che da oltre 30 anni propone la formula magica dell’enoturismo a Gallipoli, nel Salento: vino + accoglienza, con il Camping La Masseria (1.600 ospiti giornalieri da tutta Europa in media, nel mese di agosto) ad affiancare la produzione di vino.

Completa l’offerta, da domenica 1 luglio, un ristorante gourmet, che va a sommarsi al già attivissimo 14 89 Food Pop – Gallipoli, connotato da una carta più easy (propone anche pizza e birra) e già frequentatissimo dai giovani del posto.

Il punto d’arrivo – per certi versi il punto di partenza – per Giuseppe, Lucio e Nanni Coppola è l’inaugurazione del nuovo complesso in via Tenuta di Torre Sabea. Una struttura moderna e tecnologica. Costruita a misura di enoturista. Senza se e senza ma.

Un progetto ideato dall’architetto gallipolino Cosimo Giungato, che ne ha curato i minimi dettagli. Del ristorante, non a caso chiamato il Vigneto del Gusto, penserà lo chef leccese Franco Tornese.

Con la nuova sede, situata nel cuore dell’azienda agricola di famiglia, Cantina Coppola 1489 riapre così le porte ai suoi clienti e agli appassionati di vino che ogni anno visitano in migliaia la Puglia e il Salento. Porte, in realtà, rimaste solo socchiuse nel corso dei tre anni necessari a completare le opere.

LA STRUTTURA
La “nuova” Cantina Coppola è immersa in un polmone verde, tra vigneti, ulivi e un giardino botanico con oltre cento specie arboree. Il sito produttivo sorge all’interno della Tenuta Patitari Torre Sabea, di proprietà dell’azienda di famiglia.

Una superficie complessiva di mille metri quadrati, su cui un tempo sorgevano le stalle con fienile e una casa colonica. Il progetto originario prevedeva la ristrutturazione parziale dell’edificio, per la realizzazione di uno show-room con wine-bar.

A lavori già avviati, l’ossatura dell’immobile del 1979 e l’incompatibilità con le normative in materia antisismica hanno convinto i Coppola ad abbandonare la prima soluzione progettuale.

E’ nata così l’idea di un ampio show room con sala vendita e degustazione, da affiancare alla zona di produzione e stoccaggio, all’art-room e al museo permanente. Ma non solo.

La nuova Cantina Coppola può contare su una suggestiva terrazza e su una bottaia attraversata da un percorso aereo vetrato. Un gioco di armonico di luci e solidi attraversati da pareti di vetro consentono la percezione immediata degli spazi.

Per la produzione, Cantina Coppola si affida all’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzzi. Adiacente al sito produttivo, ecco il nuovo ristorante Vigneto del Gusto. Un progetto nato con l’intento di unire competenze differenti in un’offerta unica nel territorio. Ricettività, enologia e ristorazione.

ENOTURISMO DAL 1967
“Con grande orgoglio – commenta Giuseppe Coppola – possiamo finalmente dire di aver portato a termine un altro ambizioso progetto, iniziato nel 2015. La nostra azienda aveva intuito le potenzialità del settore enoturistico già nel lontano 1967, quando all’ingresso del Camping La Vecchia Torre, sull’insegna si leggeva Organizzazione turistica dell’azienda agricola Ing. Niccolò Coppola”.

“In questi anni – continua Coppola – abbiamo impegnato risorse economiche e umane della nostra azienda per giungere a questo obiettivo e ci proponiamo di fornire un servizio qualificato a una fetta di viaggiatori sempre più esigente e con capacità di spesa elevata. Unire la competenza alle doti umane ed empatiche per un’accoglienza sempre più professionale”.

La scelta di avvicinare la cantina all’azienda agricola va in questa direzione: “Raccontare e far trasparire non solo la qualità e la storia che ci sono in un calice, ma anche il lavoro, la fatica, i sacrifici di chi lavora la terra”.

Presenti all’inaugurazione Vito Primiceri, presidente di Banca Popolare Pugliese, il sindaco di Gallipoli Stefano Minerva, l’assessore all’Industria turistica pugliese Loredana Capone, l’assessore al Lavoro Sebastiano Leo, il senatore Dario Stefano, promotore tra l’altro della legge sull’enoturismo, e il presidente della provincia di Lecce Antonio Gabellone, oltre ad altre personalità locali.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment