27a edizione Merano Wine Festival si presenta a Milano: vino, food e spirits

MILANO – Novecentocinquanta cantine e 120 partner food alla 27a edizione del Merano Wine Festival. Il patron Helmuth Köcher (nella foto) ha presentato l’evento questa mattina, al terzo piano di Eataly Milano Smeraldo.

Un’edizione, la 2018, che guarda al futuro del vino con focus sui cambiamenti climatici e sui Piwi, i vitigni resistenti agli attacchi fungini (18 aziende produttrici presenti all’imperdibile evento altoatesino).

Grande spazio anche ai Rosé, con Garda Doc protagonista al Kurhaus – sede principale del Merano Wine Festival, nel cuore della cittadina – per promuovere lo spumante Garda Doc Rosé.

Non solo: spazio anche a Chiaretto di Bardolino, Valtènesi Chiaretto, Cerasuolo d’Abruzzo, Castel del Monte Rosato e Salice Salentino Rosato.

Alla 27a edizione del MWF Si parlerà anche di vino estero, con la Slovenia capofila. E ci si tufferà nei vini vulcanici, con il Consorzio di Tutela Vini del Sannio a rappresentare l’intero “movimento”, che sta riscontrando un grande seguito in Italia tra professionisti e winelover. Grande spazio anche agli spirits, i superalcolici, grazie alle iniziative previste nell’ambito di Spirits Experience.

Infine, ma non ultimo, il food. All’esterno del Kurhaus sarà allestito un forno a legna per la cottura della “pizza al vino“, ottenuta da vari vitigni. Su questo fronte regna il massimo riserbo. I dettagli saranno presto svelati a Napoli, in occasione di una conferenza stampa ad hoc.

Dello stesso autore

Altri articoli dalla stessa categoria

Leave a Comment