Fivi e la riforma dei Consorzi del vino: perché è il momento giusto con Meloni e Centinaio

Fivi e la riforma dei Consorzi del vino perché è il momento giusto con Meloni e Centinaio meccanismi rappresentatività vignaioli indipendenti lettera lollobrigida

EDITORIALE – Cosa c’entrano Giorgia Meloni e Gian Marco Centinaio con la riforma dei Consorzi del vino italiano e dei loro meccanismi di rappresentatività? Apparentemente nulla. In realtà, guardando all’esito delle ultime elezioni politiche, potrebbe essere arrivato il momento giusto per le aspettative della Federazione italiana vignaioli indipendenti. Per capire perché, occorre fare un passo indietro, al Mercato Fivi di Piacenza 2021. In quell’occasione, Gian Marco Centinaio, in veste di Sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del Governo Draghi, fece visita ai vignaioli. Assicurando loro che «il…

Vai all'articolo